menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilante trova auto rubata. La proprietaria: "Grazie, un meraviglioso regalo di Natale"

Era stata rubata il 4 dicembre scorso a Lecce. La proprietaria aveva chiesto aiuto attraverso Facebook. Trovata da guardie particolari giurate della Lf Vigilanza

SAN DONACI – Un vero e proprio regalo di Natale quello ricevuto nella mattinata di oggi, mercoledì 18 dicembre, da una cittadina di Lecce vittima del furto della propria auto, una Fiat 500 vecchio modello di colore azzurro, il 4 dicembre scorso. Grazie agli agenti dell’istituto di sorveglianza “Lf Vigilanza” l’utilitaria è stata ritrovata. Era parcheggiata su un’aiuola spartitraffico sulla strada provinciale che collega San Donaci a Mesagne, precisamente all’incrocio per Brindisi.

Lf vigilanza-4

Un furto che aveva profondamente turbato la vittima tanto da portarla a chiedere aiuto al popolo di Facebook per ritrovarla “Non ha niente di speciale e anzi, ha un sacco di problemi e difetti, tra cui il tratto riconoscitivo di non avere la scritta “Cinquecento” dietro. Oltre alle difficoltà e al danno questo furto mi causa un immenso dispiacere perché è stata la mia prima e unica macchina: ci sono molto affezionata. Sospettiamo che giri ancora dentro Lecce o paesini limitrofi (anche perché più di tanto non può andare, non ce la fa proprio!)”.

post auto rubata-2

A distanza di 14 giorni, quando forse ormai le speranze erano perdute, l’auto è stata ritrovata. Alla guardia particolare giurata impegnata in un servizio di pattugliamento sulla Mesagne-San Donaci, non è sfuggito il modo anomalo in cui era parcheggiata: sull’aiuola spartitraffico. Dai successivi controlli è emerso che era rubata e che la sua proprietaria la stava cercando disperatamente.

“Incredibile, grazie mille! Mi avete fatto un regalo di Natale meraviglioso”, ha risposto la donna alle guardie che le hanno comunicato la bella notizia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento