Cronaca

Vigili del fuoco, Lorenzo Elia diventa primo dirigente

L'ingegnere, 52 anni, è originario di Ceglie Messapica: vincitore di concorso, è nel corpo dal 1994

BRINDISI -  Grado di primo dirigente per Lorenzo Elia, ingegnere, nel corpo dei vigili del fuoco dal 1994, dopo aver superato il concorso pubblico. Elia, 52 anni, originario di Ceglie Messaica, si è laureato al Politecnico di Torino, dopo aver conseguito il diploma di geometra al Belluzzi di Brindisi. Dal mese di maggio '99 è al servizio del comando provinciale di Brindisi.

Nel curriculum del neo primo dirigente ci sono una serie di incarichi, tra i quali quello come vice dirigente presso la direzione centrale per l'emergenza  e il soccorso tecnico, areo e aeroportuale di Roma, ricoperto nel 2015. E' stato anche coordinatore regionale dei sommozzatori in Puglia, ha collaborato alle operazioni peritali dopo l'incendio della cappella della Sacra Sindone di Torino nel '97, ha partecipato al coordinamento delle operazioni di soccorso post terremoto in Umbria e nelle Marche e a quelle per lo spegnimento di incendi a Cipro, in Portogallo e quest'anno anche in Grecia. Nel 2015, inoltre, è stato impegnato nelle operazioni di salvataggio della nave Norman Atlantic.

"La Uil  Pa dei vigili del Fuoco di Brindisi esprime profonda soddisfazione per la promozione dell’Ing. Lorenzo Elia che acquisisce il grado di primo dirigente", si legge nella nota stampa. "Un risultato assolutamente meritato per un dirigente che ha messo in mostra, nel corso della sua carriera, grandi capacità ed attaccamento alla nostra divisa ricoprendo numerosi incarichi e ricevendo riconoscimenti per il lavoro svolto. Le sue spiccate doti umane, inoltre , sono sempre state riconosciute e apprezzate dal personale. Questa nomina gli consentirà di aspirare ad una funzione di comando provinciale, a dimostrazione che gli sforzi compiuti hanno trovato finalmente un giusto riconoscimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del fuoco, Lorenzo Elia diventa primo dirigente

BrindisiReport è in caricamento