Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Villa Castelli

Anche a Villa Castelli un aiuto per i rifugiati politici: approvato progetto Sprar

Via libera dal ministero dell'Interno alla proposta presentata lo scorso mese di febbraio dall'Amministrazione comunale di Villa Castelli nell'ambito del sistema di protezione Sprar

VILLA CASTELLI - Via libera dal ministero dell’Interno alla proposta presentata lo scorso mese di febbraio dall’Amministrazione comunale di Villa Castelli guidata dal sindaco Vitantonio Caliandro nell’ambito del sistema di protezione Sprar, un progetto di accoglienza destinato a rifugiati e richiedenti asilo politico.

Villa Castelli è stato l’unico Comune della provincia di Brindisi ad ottenere i finanziamenti, che ammontano a poco più di 187mila euro per l’esercizio 2016 (calcolato a partire dal primo giugno) e di oltre 319mila euro per l’esercizio 2017. A queste somme, destinate all’accoglienza di venticinque rifugiati, vanno aggiunte le rispettive quote del 5 per cento di cofinanziamento, a carico dell’aggiudicatario Gus (Gruppo umana solidarietà), l’organizzazione non governativa sorta nel nome di Guido Poletti, giornalista ucciso in Bosnia mentre portava aiuto alle popolazioni stremate dalla guerra. Tali risorse provengono dal Fondo nazionale per le politiche ed i Servizi dell’asilo, così come specificato nel bando Sprar dell’agosto scorso.

Da quest’estate, dunque, anche Villa Castelli potrà fornire, nel proprio piccolo, il proprio contributo nel difficilissimo tentativo di arginare le tragiche conseguenze di una crisi umanitaria che ancora non lascia intravedere soluzioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Villa Castelli un aiuto per i rifugiati politici: approvato progetto Sprar

BrindisiReport è in caricamento