Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Villa Castelli e i problemi del territorio tra incontri con vescovo, imprenditori e cittadini

Un Comune in continuo movimento quello di Villa Castelli guidato dal sindaco Vitantonio Caliandro, dove incontri pubblici con le autorità ecclesiastiche si alternano a incontri con imprenditori e cittadini per "individuare progettualità utili al territorio di Villa Castelli"

VILLA CASTELLI – Un Comune in continuo movimento quello di Villa Castelli guidato dal sindaco Vitantonio Caliandro, dove incontri pubblici con le autorità ecclesiastiche dove si affrontano problemi e situazioni legate al territorio in particolare alla condizione giovanile, si alternano a incontri con imprenditori e cittadini per “individuare progettualità utili al territorio di Villa Castelli”. Un’amministrazione attenta agli artisti locali, come il talento della fisarmonica Arcangelo Pignatelli che sarà infatti impegnato nel 41° Concorso internazionale dedicato al suo strumento che si terrà nella città croata di Pula dal 27 al 30 aprile 2016.

La seduta straordinaria del Consiglio comunale, alla presenza del vescovo di Oria, monsignor Vincenzo Pisanello. “Il dono della incontro con vescovo villa castelli, pisanello-2Misericordia ci impegna tutti ad organizzare la speranza. Questo Consiglio comunale rappresenta solo un piccolissimo segno”. Il sindaco di Villa Castelli, Vitantonio Caliandro, ha esordito così in occasione della seduta straordinaria del Consiglio comunale, alla presenza del vescovo di Oria, mons. Vincenzo Pisanello, giunto ormai al termine della sua visita pastorale nel centro del brindisino durata una settimana intera. Una settimana in cui il presule ha preso contatto diretto un po’ con tutte le realtà di Villa Castelli, dalle associazioni, alle Comunità, alle singole famiglie. Introdotto dal presidente della massima assemblea cittadina, Lucia Trinchera, che ha posto l’accento (anche in base alla propria esperienza professionale) sulle difficoltà legate alla crisi, il Consiglio ha dapprima ascoltato il saluto del sindaco, che ha citato don Tonino Bello, parlando di quell’ “ala di riserva capace di costruire una solidarietà concreta”, in riferimento al difficile compito cui sono chiamati oggi gli amministratori locali.

Monsignor Pisanello, da parte sua, ha sollecitato la necessità di una maggior convergenza di azioni e di intenti da parte dei principali responsabili della vita pubblica, riferendosi in particolare agli amministratori, alle forze dell’ordine, al mondo imprenditoriale, alla stessa Chiesa e richiamando l’attenzione sulla condizione giovanile, minata da una recrudescenza dello spaccio di sostanze stupefacenti. La vista castellana di monsignor Pisanello si è poi conclusa con la partecipazione al Giubileo degli Sportivi, con la partecipazione di centinaia di persone e la posa nell’erigendo parco di via Kalivia di una statua raffigurante Madre Teresa di Calcutta. Con la promessa di tornare presto a Villa Castelli.

La presentazione dei Tavoli per la sussidiarietà circolare. “Le istituzioni da sole non possono decidere le sorti di tutta la comunità. Le ragioni di questo incontro vanno quindi ricercate nella necessità di selezionare i progetti che servono effettivamente al nostro territorio”. E’ un passo dell’intervento che il sindaco ha fatto presentando i Tavoli per la Sussidiarietà Circolare, organizzati e promossi dall’Ambito Territoriale Sociale Br/3, in collaborazione con il team Vitacom, che hanno visto la compartecipazione di imprenditori, cittadini ed amministratori nell’individuazione di progettualità utili al territorio di Villa Castelli. Un incontro che ha fatto emergere sei idee progettuali ben precise, che saranno ora oggetto di approfondimento. “L’obiettivo – ha spiegato ancora Caliandro – è anche quello di fare in modo che la nostra comunità non subisca le scelte dei vertici politici, ma le costruisca dal basso. Credo molto nella partecipazione delle persone, di tutte le categorie sociali che hanno il potere di programmare la vita di un ente”. Erano presenti numerosi imprenditori locali che si sono seduti allo stesso tavolo con gli amministratori presenti: il vicesindaco Franco Pietro, gli assessori Mirella Carlucci, Rosanna Ammirabile e Maria Argese ed il consigliere Pietro Venza. Grande soddisfazione è stata espressa dall’amministratore unico di Vitacom, Giovanni Vita, il quale, dopo aver ringraziato il sindaco e gli amministratori di Villa Castelli per l’accoglienza e la sensibilità mostrata al progetto, si è rivolto direttamente a tutti coloro che hanno inteso partecipare ai “Tavoli”.

angelo pignatelli-2“La risposta positiva al nostro modello – ha sottolineato – mette in evidenza la fattiva presenza di questa comunità, facendo chiaramente intendere come voglia costruire concretamente il proprio futuro. Nutriamo grande fiducia nel lavoro intrapreso. Ma il merito va soprattutto a loro: a chi ha lasciato per un momento i propri impegni per incontrare i suoi concittadini e costruire insieme il futuro della comunità cui appartiene”. Vitacom tornerà a Villa Castelli per proseguire il lavoro appena cominciato lunedì 9 maggio, dove sarà presente nella sede municipale per accogliere ulteriori istanze. Un mese dopo, il 9 giugno, secondo appuntamento con i “Tavoli per la Sussidiarietà Circolare”.

Il talento della fisarmonica. Dopo il concorso internazionale vinto a Pianello Valtidone lo scorso anno, nuovo, importantissimo campo di prova per il giovanissimo talento della fisarmonica Arcangelo Pignatelli. Dal 27 al 30 aprile sarà infatti impegnato nel 41° Concorso internazionale dedicato al suo strumento che si terrà nella città croata di Pula dal 27 al 30 aprile 2016. Per la manifestazione si sono già iscritti a partecipare i rappresentanti delle più importanti scuole di musica del mondo: dal Conservatorio di Mosca al Mozarteum di Salisburgo, passando per le Musikhochschulen tedesche e le Accademie “Santa Cecilia” di Roma e “Incontri col Maestro” di Imola.

Arcangelo Pignatelli è uno studente del Cam (Centro Accademico Musicale) di Villa Castelli , seguito da Mino La Penna ed Angelo Pignatelli, ed è reduce dal primo posto ottenuto l’anno scorso ai Concorsi internazionali di Musica della Valtidone. Un concorso che vede in lizza musicisti provenienti da ben 49 paesi di tutto il mondo (447 in tutto), dall’Armenia all’Australia, dal Giappone al Portogallo. Il concorso di Pula potrà rappresentare un ulteriore trampolino di lancio per il giovane fisarmonicista castellano, in vista proprio del prossimo appuntamento di Pianello Valtidone, già fissato per la seconda decade di giugno.

      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Castelli e i problemi del territorio tra incontri con vescovo, imprenditori e cittadini

BrindisiReport è in caricamento