Cronaca Villa Castelli

Minaccia la ex moglie nonostante il divieto di avvicinarsi a essa, arrestato

"Io a te mi posso avvicinare quando voglio, la legge non vale niente", sono queste e altre dello stesso calibro le minacce che un 46enne di Villa Castelli ha rivolto alla ex moglie nonostante il divieto di avvicinarsi a essa imposto dal tribunale dopo che il 19 agosto scorso era finito nei guai per violenza privata e atti persecutori aggravati

VILLA CASTELLLI – “Io a te mi posso avvicinare quando voglio, la legge non vale niente”, sono queste e altre dello stesso calibro le minacce che un 46enne di Villa Castelli ha rivolto alla ex moglie nonostante il divieto di avvicinarsi a essa imposto dal tribunale dopo che il 19 agosto scorso era finito nei guai per violenza privata e atti persecutori aggravati sempre nei confronti della sua ex.

Tutti gli episodi di violenza si sono verificati a Ceglie Messapica dove i due vivevano prima della fine del loro matrimonio. Nonostante il divieto di avvicinamento il 46enne ha continuato a seguire e minacciare la ex moglie e a perseguitarla anche telefonicamente. Per la donna non c’era più pace, ha così richiesto nuovamente l’intervento dei carabinieri che hanno raccolto una nuova denuncia querela a carico del 46enne. Il giudice del tribunale di Brindisi, alla luce delle nuove minacce e soprattutto della violazione del divieto di avvicinarsi alla ex moglie, ha emesso a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia la ex moglie nonostante il divieto di avvicinarsi a essa, arrestato

BrindisiReport è in caricamento