menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Castelli, nell'ex mattatoio sorgerà un centro per malati di Alzheimer

L'ex mattatoio comunale di via Pascoli risorgerà come struttura di pronta accoglienza per i pazienti affetti da Alzheimer. E' il risultato della conferenza dei servizi svoltasi stamane nell'aula consiliare del Comune di Villa Castelli

VILLA CASTELLI - L’ex mattatoio comunale di via Pascoli risorgerà come struttura di pronta accoglienza per i pazienti affetti da Alzheimer. E’ il risultato della conferenza dei servizi svoltasi stamane nell’aula consiliare del Comune di Villa Castelli tra il direttore sanitario della Asl Br, Angelo Greco, il presidente dell’Ambito territoriale 3, Gianluca Budano, Giacomo Montanaro, che sostituiva Franco Galasso in rappresentanza del Distretto sociosanitario, Il dr. Giovanni Miccoli ed il dr. Salvatore Lofino, che insieme all’ing. Pietro Formosi rappresentavano la “Madre Teresa Srl”, la società che a suo tempo si è aggiudicata il bando del Comune di Villa Castelli per il recupero della struttura. Comune che era a sua volta rappresentato dal sindaco Vitantonio Caliandro, dal vicesindaco Pietro Franco e dagli assessori Maria Argese e Mirella Carlucci.

“E’ un primo passaggio – ha esordito il sindaco – necessario e propedeutico alla realizzazione di un progetto per cui noi abbiamo indicato Budano, Caliandro, Greco-2le finalità, anche perché, rispetto ad altre realtà, a Villa Castelli tali servizi non esistono. Per questo motivo ritengo indispensabile procedere – come oggi – ad una adeguata pianificazione dei diversi interventi socio-sanitari, in linea con quelli che sono i bisogni di una parte della domanda assistenziale”.

Da parte sua l’ing. Formosi ha sottolineato come la struttura, per la sua posizione, la sua estensione e le sue caratteristiche, si presti alla perfezione all’utilizzo che si prefigura. Il dr. Greco ha invece posto l’accento su come, nonostante le difficoltà insite nella legislazione in materia, la provincia di Brindisi riesca a fornire un’assistenza adeguata, soprattutto in confronto alle altre province pugliesi, pur riconoscendo la carenza di strutture per la cura dei malati di Alzheimer e quindi accogliendo più che favorevolmente l’iniziativa dell’Amministrazione comunale di Villa Castelli.

Budano ha posto l’accento sull’importanza di una “strategia aziendale” da portare avanti nella realizzazione del progetto: “il problema è comprendere quale indirizzo dare, sia per la verifica dei requisiti necessari sia per una corretta valutazione del fabbisogno reale. Lo stesso sindaco Caliandro ha tenuto a ricordare che il progetto dell’ex mattatoio parte da un’analisi approfondita, dalla quale è emersa con chiarezza l’assoluta necessità di strutture attrezzate per la cura di tali patologie, soprattutto per quanto concerne la riabilitazione, e in particolare in una zona, come quella di Villa Castelli, che abbraccia anche l’area del tarantino, essendo posta esattamente al confine tra le due province. Caliandro ha inoltre ricordato la grande valenza che viene ad assumere l’avviato progetto di recupero della piscina comunale, che potrà così svolgere un ruolo certamente non secondario proprio ai fini della riabilitazione dei soggetti più deboli come possono essere anche i diversamente abili che devono seguire particolari terapie.

Il dr. Miccoli, infine, ha ricordato l’esperienza accumulata in questi anni dalla “Madre Teresa”, unica società del settore che ha partecipato – tra l’altro - alla conferenza sull’autismo indetta da Istituto Superiore della Sanità e Cnr: enti che lo stesso Miccoli ha proposto di invitare in occasione della presentazione del nuovo centro. Presentazione che (se l’iter proseguirà come previsto) potrebbe avvenire entro la fine dell’anno, se non proprio entro il mese di ottobre, stando alle stime dell’ing. Formosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento