Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Villa Castelli

Pruduzione di nocciolino grezzo senza autorizzazioni, sequestro in un frantoio

Veniva prodotto nocciolino grezzo (un combustibile ecologico derivato della sansa) senza alcuna autorizzazione, sequestro in un frantoio situato sulla strada provinciale che collega Villa Castelli a Grottaglie. Denunciato per emissioni in atmosfera non autorizzate e getto pericoloso di cose, il titolare

VILLA CASTELLI – Veniva prodotto nocciolino grezzo (un combustibile ecologico derivato della sansa) senza alcuna autorizzazione, sequestro in un frantoio situato sulla strada provinciale che collega Villa Castelli a Grottaglie. Denunciato per emissioni in atmosfera non autorizzate e getto pericoloso di cose, il titolare.

L’operazione è stata eseguita dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce, coadiuvati dai colleghi della locale stazione,  nell'ambito di un'attività d’indagine delegata dalla procura della Repubblica di Brindisi, in seguito ad alcune segnalazioni avanzate dai residenti della zona, preoccupati per i cattivi odori diffusi nell'aria. Dopo un controllo ambientale presso l’opificio industriale destinato a frantoio oleario hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza, in quanto realizzati in assenza delle autorizzazioni nacessarie, un impianto per l’estrazione del nocciolino grezzo,  un impianto per la cernita ed il confezionamento del nocciolino e un piazzale adibito allo stoccaggio dei residui della macinazione delle olive.    

Il titolare, come già accennato, è stato denunciato, per aver installato e tenuto in esercizi gli impianti di produzione del nocciolino in assenza delle prescritte autorizzazioni, provocando molestie olfattive ed odorigine ai residenti nelle aree limitrofe.  Sono ancora in corso indagini inerenti all’inquinamento acustico provocato dalla struttura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pruduzione di nocciolino grezzo senza autorizzazioni, sequestro in un frantoio

BrindisiReport è in caricamento