rotate-mobile
Cronaca

Villa con vista: su un mare di polemiche. E spunta una prima sentenza

OSTUNI- Nuova lite tra la giornalista Mariella Milani e un gruppo di villeggianti di Monticelli, lungo il litorale di Ostuni. Al centro dello scontro i lavori di ristrutturazione avviati all’interno della sua villa, con vista sulla scogliera. Da che parte stia la ragione, saranno i giudici a stabilirlo, visto che sul contenzioso avviato a suo tempo è in corso un procedimento penale presso la Corte di appello di Lecce. In primo grado, la sessantacinquenne giornalista del Tg2 è stata condannata dalla Sezione penale distaccata di Ostuni del Tribunale di Brindisi. Contro di lei ora un nuovo esposto. E tra i firmatari c'è anche l'imprenditore Dino Marseglia.

OSTUNI- Nuova lite tra la giornalista Mariella Milani e un gruppo di villeggianti di Monticelli, lungo il litorale di Ostuni. Che tra le due sponde non corresse buon sangue, lo si sapeva già. Altrettanto nota è la posizione più volte espressa nel merito dalla prima firma, in tema di alta moda, della testata giornalistica di Rai 2, che negli anni passati non ha fatto certo mistero del suo risentimento nei confronti di chi, all'interno del complesso turistico ricettivo, a suo dire le stava rivolgendo contestazioni fuori luogo e illegittime aventi tutte per oggetto i lavori di ristrutturazione avviati all'interno della sua villa, con vista sulla scogliera. Da che parte stia la ragione, saranno i giudici a stabilirlo, visto che sul contenzioso avviato a suo tempo è in corso un procedimento penale presso la Corte di Appello di Lecce. In primo grado, la sessantacinquenne giornalista di origini baresi è stata condannata dalla Sezione penale distaccata di Ostuni del Tribunale di Brindisi, con sentenza emessa nel novembre del 2009.

Tanto a carico della Milani quanto dei tecnici (architetto e impresa) chiamati ad eseguire i lavori, il giudice Stefania De Angelis in quella sede ha inflitto la pena di un mese e dieci giorni e l'ammenda di 35.000 euro ciascuno, ordinando nel contempo "la demolizione delle opere abusivamente realizzate e la rimessione in pristino dello stato dei luoghi". In attesa che la Giustizia faccia per intero il suo corso, un nuovo esposto alimenta la lite. E stavolta a contrapporsi alla professionista Rai non è soltanto Giuseppe Sasso, imprenditore commerciale della Città bianca protagonista negli anni passati del primo scontro frontale con la giornalista Milani, culminato all'epoca in una plateale protesta.

In contrapposizione ad alcuni interventi edilizi che riteneva abusivi, Sasso face erigere, su un terreno di sua proprietà, confinante con quello della giornalista, una impalcatura rustica: quasi un sfregio sulla tradizionale festa vip organizzata proprio dalla Milani in occasione del suo compleanno.

Oggi, a puntare il dito contro quei lavori sospetti, non è soltanto Sasso. A tuonare contro la Milani è anche l'imprenditore Dino Marseglia. Ed è inedito anche l'oggetto del contendere. Non tanto il villino con veranda, quanto le pertinenze esterne: un muro di cinta ai confini con il demanio che la giornalista avrebbe realizzato lungo il perimetro di un terreno peraltro conteso, situato a ridosso della sua villetta.

"Quel terreno - si legge nell'esposto sottoscritto da Marseglia, Sasso ed altri residenti di Monticelli - è soggetto a vincolo paesaggistico e quand'anche i lavori dovessero limitarsi alla recinzione del lotto in questione di fatto costituiscono una evidente privatizzazione di un suolo urbanisticamente deputato ad uso collettivo, pregiudicando definitivamente anche l'amenità del paesaggio e configgendo con i diritti acquisiti dai consorziati del villaggio di Monticelli, a partire dalla servitù di passaggio che su quel terreno viene dagli stessi villeggianti esercitata da oltre trent'anni".

Evidente la richiesta: un immediato provvedimento sospensivo dei lavori. E così, anche quest'anno, in previsione del consueto party promosso dalla Milani (fissato per il 6 giugno ed animato ogni anno da decine di ospiti vip) tra i viottoli di Monticelli si respira già un clima effervescente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa con vista: su un mare di polemiche. E spunta una prima sentenza

BrindisiReport è in caricamento