menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villetta, piscina e depositi abusivi: tre brindisini denunciati

Controlli degli agenti della polizia locale tra contrada Lobia e il quartiere Sant’Elia di Brindisi. In un caso scoperta attività di trasloco: segnalazione al settore Attività produttive

BRINDISI – Una villetta con tre camere da letto e deposito destinato all’attività di trasloco nelle vicinanze e ancora una piscina esterna più area barbecue.  Tutto abusivo, perché le opere sono state realizzate senza alcuna autorizzazione: tre brindisini sono stati denunciati dagli agenti della polizia locale di Brindisi.

Il blitz antiabusivismo

Antonio Orefice 2-2-2I rapporti con annesse contestazioni sono stati trasmessi in Procura nei giorni scorsi, a conclusione del “blitz” in chiave anti-abusivismo condotto dagli agenti del settore Edilizia del Comando, impegnati in una serie di verifiche nel mese di luglio, tra contrada Lobia e il quartiere Sant’Elia. 

Contrada Lobia

Due brindisini, un pensionato di 73 anni e una donna di 64 sono stati denunciati per aver violato le norme urbanistico-edilizie, in qualità di “comproprietari degli immobili oggetto di verifica in contrada Lobia”. Qui i poliziotti municipali hanno accertato la realizzazione di una tettoia con struttura in ferro, destinata a parcheggio; un fabbricato accessorio in legno usato come locale per autoclave e attrezzi di vario genere; un manufatto accessorio costruito con struttura in legno con bagno, forno in muratura, barbecue e lavandino più spazio destinato a sala giochi e infine una piscina fuori terra di cinque metri per 11,70. Il sopralluogo è stato condotto lo scorso 6 luglio.

Quartiere Sant’Elia

Sette giorni dopo, gli agenti si sono spostati nel quartiere Sant’Elia, in via dei Mestieri, e al termine del sopralluogo hanno denunciato un brindisino di 34 anni, in qualità di proprietario dell’immobile di residenza.

E’ stata accertata la realizzazione senza alcuna autorizzazione degli uffici del Comune di un “fabbricato destinato ad abitazione civile costituito da un seminterrato come tavernetta con un bagno, da un piano terra formato fa ingresso, soggiorno e cucina, disimpegno, tre vani letto, un bagno, un ascensore”.

Attività di traslochi

polizia locale san pietro vernotico-2Abusivo, secondo gli agenti, anche un fabbricato realizzato nelle vicinanze usato “per svolgere l’attività di traslochi, noleggio di scala aerea, montaggio e assistenza di complementi di arredo”. Per questo aspetto, gli agenti hanno informato il settore Attività produttive dell’Amministrazione cittadina. Anche perché all’esterno è stata trovata pavimentazione di tipo industriale e sono stati realizzati impianto idrico con collegamento a un’eventuale riserva, fossa Imhoff e pozzo sorgivo.

I tre denunciati rischiano il processo per aver violato le leggi in materia di edilizia e urbanistica, compreso il regolamento del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento