menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Vinibus Terrae: contributo del Comune superiore alle spese rendicontate”

Ciullo: “Il commissario stabilì 40mila euro, sindaco chieda la restituzione della differenza”. Dubbi anche sulla fornitura del carburante dei mezzi comunali

BRINDISI – “Il contributo del Comune, pari a 40mila euro, è maggiore rispetto alle spese rendicontate per il Vinibus terrae nell’edizione del 2017: se è effettivamente così, il sindaco chieda la restituzione della differenza. E verifichi anche la fornitura di carburante per le auto dell’Ente, comprese quella della Multiservizi”.

La lega con Salvini

massimo ciullo-4Assolutamente incurante dei contrasti interni alla Lega con Salvini e sordo anche a quelli dei movimenti vicini, il consigliere comunale Massimo Ciullo ha rivolto la sua prima richiesta ufficiale di chiarimenti a Riccardo Rossi, dopo la sfida affrontata in prima persona per la guida dell’Amministrazione cittadina. Archiviata la sconfitta elettorale, è passato alla controffensiva che per ora avviene fuori dall’Aula delle Assise, in attesa della proclamazione degli eletti. Due le questioni sollevate: la prima riguarda la somma pari a 40mila euro che la gestione commissariale di Santi Giuffrè ha riconosciuto agli organizzatori della manifestazione Vinibus Terrae per l’edizione dello scorso anno, a titolo di contributo rispetto a un bilancio di previsione delle spese allegato alla stessa richiesta di compartecipazione.

Vinibus Terrae

“Nei giorni scorsi si è resa disponibile la rendicontazione per la manifestazione del Vinibus Terrae, anno 2017.  Dai dati emersi sembra emergere una non coincidenza tra la compartecipazione ai costi totali della manifestazione e la spesa effettivamente sostenuta”, dice Ciullo. “Se così fosse, il contributo comunale stanziato risulterebbe maggiore di quello regolarmente dovuto o comunque sproporzionato rispetto a quello originariamente parametrato sulle spese preventivate. In questo caso sussisterebbe una violazione di legge sulla quale il sindaco Riccardo Rossi dovrebbe tempestivamente intervenire chiedendo indietro parte del danaro, se già pagato, o pagandone di meno se non ancora erogato, oltre ad attivare le necessarie misure sanzionatorie ove occorressero”.

Ciullo chiede anche chiarimenti sulla copertura finanziaria della manifestazione e in particolare se ci siano stati altri contributi pubblici riconosciuti agli organizzatori.

La Jeep di Multiservizi con i cartelli

Il carburante dei mezzi comunali

La seconda questione sollevata dal consigliere comunale della Lega riguarda la fornitura di carburante ai mezzi del Comune di Brindisi e della Multiservizi: “Sarebbe opportuno che l'Amministrazione verifichi se ci sia un affidamento del servizio ancora valido secondo i parametri di legge vigenti e quale sia il ruolo decisionale del Comune di Brindisi nella scelta del fornitore”, dice Ciullo. “Tutto sempre nel rispetto della particolare norma che disciplina le forniture di carburante e che prevede la partecipazione di altre autorità”.

La tematica riguarderebbe anche i mezzi in uso all’altra partecipata, la società Brindisi Energeko.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento