rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Ostuni

Viola gli obblighi e torna in carcere

OSTUNI - Avrebbe violato l’obbligo di dimora. Non solo. Si sarebbe allontanato arbitrariamente dal proprio domicilio in orari non consentitigli. E giusto per non farsi mancare proprio nulla, avrebbe anche evitato di presentarsi dai carabinieri nei giorni stabiliti. Aver abusato delle “agevolazioni” di legge che gli erano state riconosciute è costato caro al pregiudicato ostunese Gianni Sorato (36 anni) tornato in cella

OSTUNI - Avrebbe violato l'obbligo di dimora. Non solo. Si sarebbe allontanato arbitrariamente dal proprio domicilio in orari non consentitigli. E giusto per non farsi mancare proprio nulla, avrebbe anche evitato di presentarsi dai carabinieri nei giorni stabiliti. Aver abusato delle "agevolazioni" di legge che gli erano state riconosciute è costato caro al pregiudicato ostunese Gianni Sorato (36 anni) tornato in cella a seguito di un Ordine di revoca dei benefici e di contestuale applicazione della Custodia Cautelare in carcere, emesso il 3 giugno scorso dalla seconda sezione penale della Corte di Appello di Lecce.

Il nuovo provvedimento restrittivo, eseguito dagli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni, è stato emesso a margine dell'accertamento delle reiterate violazioni delle prescrizioni e degli obblighi pendenti a suo carico, infrazioni che le forze dell'ordine hanno puntualmente segnalato all'Autorità giudiziaria.

La precedente misura cautelare (obbligo di dimora nel comune di Ostuni, divieto di allontanarsi dall'abitazione dalle ore 20 alle ore 8, nonché obbligo di presentazione presso i Carabinieri di Ostuni in giorni predeterminati) era scaturita dalla sentenza emessa nel giugno del 2009 dal Tribunale di Brindisi, a seguito della quale Sorato era stato condannato alla pena di un anno di reclusione e 200 euro di multa, perché ritenuto responsabile del reato di ricettazione (fu beccato alla guida di una vettura Lancia Y10 di provenienza furtiva, con la quale lo stesso si era dato alla fuga, per poi essere rintracciato a sottoposto a fermo di Polizia giudiziaria da parte dello stesso personale del Commissariato di pubblica sicurezza di Ostuni).

Sentenza confermata, nel febbraio del 2010, dalla Corte di Appello di Lecce. L'arrestato (assistito dall'avvocato Francesco Sozzi), al termine delle formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Brindisi. Sorato, personaggio assai noto e scaltro nell'ambito della malavita locale, l'estate scorsa fu aggredito e ferito a coltellate davanti all'ingresso dell'ospedale civile della Città Bianca.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viola gli obblighi e torna in carcere

BrindisiReport è in caricamento