menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gea Srl

Gea Srl

Violazioni edilizie, sequestri alla Gea

FRANCAVILLA FONTANA – Sequestrati alcuni locali della Gea Srl, un'azienda che opera nel settore e dei componenti e dei materiali per la casa.

FRANCAVILLA FONTANA - Sequestrati alcuni locali della Gea Srl, un'azienda di Francavilla Fontana che dal 1973 opera nel settore e dei componenti e dei materiali per la casa e le aziende. I sigilli sono stati apposti dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana ieri mattina in seguito a un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Brindisi, sezione distaccata di Francavilla Fontana, poiché le strutture in questione sarebbero state edificate in violazione della distanza di sicurezza minima dalla strada statale che collega Brindisi a Taranto.

Nella circostanza è stata sottoposta a sequestro anche una copertura con pannelli lamierati ritenuta eretta senza le prescritte autorizzazioni. Per queste violazioni, sono stati denunciati A.G., 54enne ed E.N.G., 45 anni, rispettivamente legale rappresentante e socio della società, G.V., 47anni, progettista e direttore dei lavori, tutti di Francailla, e G.T., 66enne di Putignano (Ba), esecutore dei lavori.

Gli amministratori dell'azienda, intanto, sul profilo Facebook della società, con riferimento a notizie apparse ieri e stamani su alcune testate, precisano: "Cari amici, a seguito della notizia apparsa su alcune pagine Facebook, ripresa anche da alcuni organi di informazione locale, ci teniamo a comunicare che la nostra azienda, non è stata oggetto di sequestro alcuno e continua ad essere regolarmente attiva ed operativa. Precisiamo che il sequestro di cui si dà notizia, riguarda esclusivamente un'area esterna allo stabilimento che la società stava attrezzando ad uso deposito in forza di permesso di costruire rilasciato dal Comune, ed oggetto di contestazione da parte del giudice penale per pretese difformità".

"Questa precisazione è doverosa - si afferma ancora nel messaggio - per salvaguardare il buon nome della nostra azienda, e tutelare i nostri clienti ed i fornitori, che possono e devono fare affidamento sulla continuità operativa dell'azienda. Chiediamo agli amici degli organi di informazione di non diffondere notizie infondate ed allarmanti che possono compromettere e ledere l'onorabilità dell'azienda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento