menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Brutale pestaggio in corso Roma: giovane brindisino in ospedale

Il ragazzo ha riferito ai carabinieri di essere stato aggredito da almeno due persone che si trovavano a bordo di una macchina. Si indaga per far luce sul movente di quella che sembra una spedizione punitiva

BRINDISI - Prima gli insulti, poi il violento pestaggio. Ha riportato gravi lesioni alla faccia un brindisino di 21 anni (G.V. le iniziali del suo nome) che sabato notte (fra il 15 e il 16 ottobre) è stato brutalmente aggredito mentre percorreva, da solo, corso Roma.

Il ragazzo ha riferito alle forze dell’ordine di essere stato fermato da almeno due individui che si trovavano a bordo di una macchina.  Questi poi sono scesi, lo hanno ricoperto di offese e lo hanno colpito con schiaffi e pugni al volto, fino a lasciarlo riverso per terra, sanguinante. La vittima è stata soccorsa nel giro di pochi minuti da personale del 118, giunta sul posto a bordo di un’ambulanza. Il malcapitato ha riportato fratture al naso e allo zigomo, oltre a un trauma cranico e facciale. Adesso G.V. si trova ricoverato presso il reparto di Otorinolaringoiatria.

Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Brindisi al comando del capitano Luca Morrone, che in nottata si sono recati in ospedale per raccogliere la testimonianza del 21enne. Il ragazzo ha riferito di non conoscere le persone che lo hanno ridotto a una maschera di sangue e di non avere idea dei motivi per cui lo abbiano fatto. Al momento quindi si brancola nel buio riguardo al movente di quella che ha tutti i crismi di una spedizione punitiva. Un aiuto, quantomeno per ricostruire la dinamica dei fatti, potrebbe arrivare dalle numerose telecamere di cui sono dotate le attività commerciali della zona.

E c’è purtroppo da constatare come i corsi di Brindisi, nelle ore notturne, siano diventati una sorta di zona franca, dove imperversa la malavita. L’aggressione della scorsa notte era stata infatti preceduta dalle spaccate messe a segno fra il 12 e il 14 ottobre ai danni dei negozi di abbigliamento “Black Sheep”, all’incrocio fra corso Umberto e via Sarpi, e Taitu, fra corso Garibaldi e piazza Vittoria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento