Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Una tempesta di fulmini, pioggia e grandine spezza il Ferragosto

Finisce alle 15 del pomeriggio il Ferragosto della maggior parte di turisti e abitanti della provincia di Brindisi, con il sopraggiungere di una tempesta di fulmini e pioggia sulla costa, seguita poi da una grandinata breve ma letale a giudicare dalla dimensione dei chicchi. Esclusa dal raggio d'azione, almeno per ora, la città capoluogo. Sulla supestrada 379 il nubifragio costringe a procedere a passo d'uomo tra Santa Sabina e Specchiolla.

Finisce alle 15 del pomeriggio il Ferragosto della maggior parte di turisti e abitanti della provincia di Brindisi, con il sopraggiungere di una tempesta di fulmini e pioggia sulla costa, seguita poi da una grandinata breve ma letale a giudicare dalla dimensione dei chicchi. Il temporale dopo aver colpito Ostuni si è poi spostato verso il resto della collina, ma permangono le piogge, anche se di minore intensità, su quasi tutta la provincia. Esclusa dal raggio d'azione, almeno per ora, la città capoluogo.

Aggiornamento ore 17 - La perturbazione ha investito anche il capoluogo, senza provocare allagamenti o particolari disagi. Numerosi bagnanti sono rientrati a casa alla vista del fronte nuvoloso che si avvicinava minacciosamente verso la città. Chi si trovava negli stabilimenti balneari ha cercato riparo sotto le tettoie, in attesa che smettesse di piovere. Grossi chicchi di grandine nella zona dell'aeroporto (foto Fabio Giordano)-2

E' stato un vero e proprio nubifragio, invece, quello che si è abbattuto a nord della provincia. Fra Ostuni e Fasano, in particolare nella zona della Selva, si sono registrati numerosi allagamenti. Una squadra di vigili del fuoco si è recata a Costa Merlata, sulla marina della Città Bianca, per liberare piazza degli Angeli dall'acqua.

Decine di famiglie hanno lasciato precipitosamente le spiagge immettendosi sulla strada statale 379 che collega Brindisi a Bari. Nel tratto compreso fra Specchiolla e Torre Santa Sabina le auto procedevano a passo d'uomo a causa della scarsa visibilità. Numerosi automobilisti hanno acceso le 4 freccie. 

Una motovedetta della Guardia costiera è ha prestato assistenza ad un'imbarcazione che stava incontrando delle difficoltò ad entrare nel porto di Brindisi a seguito di un'avaria al motore, poi rientrata. Si tratta dela barca a vela Signa Maris, impegnata in un tour fra i porti del Sud Italia che hanno aderito a un progetto del ministero dei Bemi e delle Attività culturali e del turismo  finalizzato a promuovere le ricchezze culturali, naturalistiche e i sapori del territorio italiano attraverso la nascita di un nuovo sistema turistico che unisce ed integra mare e terra.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tempesta di fulmini, pioggia e grandine spezza il Ferragosto

BrindisiReport è in caricamento