Cronaca San Pietro Vernotico

Rimesso in libertà l'uomo arrestato perché si era opposto alla perquisizione a carico del figlio

Un 51enne di San Pietro era finito ai domiciliari per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Si era scagliato contro i carabinieri

SAN PIETRO VERNOTICO - E' stato rimesso in libertà con obbligo di firma presso la locale stazione dei carabinieri il 51enne di San Pietro Vernotico, arrestato venerdì 1 ottobre scorso per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale perchè si era opposto alla perquisizione domiciliare a carico del figlio 25enne. L'uomo nella mattinata di oggi, alla presenza del suo legale di fiducia, l'avvocato Francesco Cascione, è stato ascoltato dal giudice per le indagini preliminari Stefania De Angelis, nell'ambito dell'interrogatorio di convalida dell'arresto. Ha risposto a tutte le domande del gip fornendo la sua versione dei fatti. La reazione contro i carabinieri che in casa sua cercavano un carico di droga sarebbe stata dettata dall'esasperazione, il 51enne ha lamentato una sorta di accanimento nei confronti della sua famiglia da parte delle forze dell'ordine tanto da fargli perdere le staffe. Nè lui, nè il figlio hanno mai avuto a che fare con fatti di droga. Il gip, accogliendo la richiesta di revoca degli arresti domiciliari, avanzata dall'avvocato Cascione, ha convalidato l'arresto dispondendo il solo obbligo di firma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimesso in libertà l'uomo arrestato perché si era opposto alla perquisizione a carico del figlio

BrindisiReport è in caricamento