Vittime della strada, concerto a Oria

ORIA - Martedì 28 agosto 2012, alle 21.30, si terrà in piazza Lorch ad Oria un concerto del giovane cantautore Luca Napolitano, noto per la partecipazione alla trasmissione televisiva "Amici" di Maria De Filippi. L'evento, organizzato dalla neocostituita Associazione "Angeli della Strada" di Oria, gode del patrocinio dell'Amministrazione Comunale e della Provincia di Brindisi. L'iniziativa ha l'obiettivo di ricordare tutte le vittime oritane di incidenti stradali e di richiamare l'attenzione, soprattutto dei più giovani, sul tema della sicurezza.

Luca Napolitano

ORIA - Martedì 28 agosto 2012, alle 21.30, si terrà in piazza Lorch ad Oria un concerto del giovane cantautore Luca Napolitano, noto per la  partecipazione alla trasmissione televisiva "Amici" di Maria De Filippi. L'evento, organizzato dalla neocostituita Associazione "Angeli della Strada" di Oria, gode del patrocinio dell'Amministrazione Comunale e della Provincia di Brindisi. L'iniziativa ha l'obiettivo di ricordare tutte le vittime oritane di incidenti stradali e di richiamare l'attenzione, soprattutto dei più giovani, sul tema della sicurezza.

Subito prima del concerto sono previsti gli interventi di alcuni esperti di guida sicura, annunciata inoltre la presenza e il saluto del Presidente della Provincia, Massimo Ferrarese, e del sindaco di Oria, Cosimo Pomarico.  Il service sarà curato dalla CP Allestimenti di Oria, che ha offerto la propria collaborazione gratuita.

L'Associazione "Angeli della Strada" - che a poche settimane dalla nascita ha già coinvolto le famiglie di oltre 45 vittime di incidenti stradali, dagli anni '80 ad oggi - è stata fondata ad Oria da Giampiero Spina, Pino Patisso, Daniela Spina, Francesca Calò e Giancarlo De Simone, con lo scopo di dare sostegno e conforto umano ai familiari delle vittime o alle stesse vittime, se sopravvissute.

"E' un modo per ricordare i nostri giovani, fratelli, figli, cugini, nipoti e per aiutare i futuri a non rischiare di perdere la vita così preso a causa di poca attenzione", è quanto sottolinea a BrindisiReport.it il vice presidente dell'associazione "Angeli della strada", Giampiero Spina. Una tragedia, quella di perdere una persona cara, che cambia sicuramente il cammino della vita. Un incidente, che spesso, strappa ad un genitore un figlio, porta via un fratello, strappa un pezzo di vita troppo presto. Spesso, sono i giovani, gli adolescenti anche, ad essere vittime di incidenti stradali mortali.

Ad Oria, l'associazione è nata poche settimane fa per iniziativa di cinque persone che hanno perso una persona cara in un incidente stradale, e che hanno voluto stilare un elenco di giovani vittime della strada dagli anni '80 ad oggi. Giampiero ha perso il fratello Damiano Spina, meno di un anno fa, Francesca, sempre il fratello Vincenzo Calò due anni fa, Pino Patisso, il nipote 5 anni fa circa, Daniela Spina il fratello 20 anni fa e Giancarlo De Simone il fratello. Sono loro a voler, attraverso la nascita della loro associazione "Angeli della strada" a mettere in freno alle stragi del sabato sera e non solo.

"Sicuramente abbiamo dimenticato qualcuno - continua Giampiero Spina - e ci scusiamo ma chiunque voglia segnalare la propria persona cara che non c'è più, noi siamo pronti ad accoglierlo, anche perchè tutti i giovani morti sull’asfalto Oria, 45 circa dagli anni '80, saranno ricordati ogni mese in una messa".

Stasera si terrà la prima cerimonia in ricordo delle vittime della strada di Oria, alle ore 18.30 presso la Basilica Cattedrale. Martedì prossimo, invece, la serata inizierà alle ore 21 con la presentazione dell'associazione "Angeli della strada" e alcuni interventi di personalità politiche vicine al progetto, quali il sindaco di Oria, Cosimo Pomarico e il presidente della Provincia, Massimo Ferrarese. Successivamente ci sarà anche l'intervento di Pasquale Lanzillotti, presidente dell'associazione sempre in suffragio delle vittime della strada di Carovigno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vogliamo con l'associazione stimolare i giovani a pensare più all'importanza della vita, a quanto essa sia preziosa e quanto non si possa perdere, a volte, solo per una fatale distrazione, oppure a causa di alcool e droghe. Noi, nei prossimi mesi, faremo dei corsi nelle scuole per la sicurezza alla guida delle auto e moto e poi creeremo anche campagne di sensibilizzazione contro l'alta velocità e sicurezza alla guida. Insomma nel nostro piccolo, cercheremo di educare ad una guida sicura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento