menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivo per miracolo dopo l'impatto con un treno: si chiama Goodluck

Identificata la persona che venerdì sera è stata colpita da un Fracciargento a Ostuni. E' un 18enne nigeriano il cui cognome significa buona fortuna

OSTUNI - Si chiama John Goodluck. Per chi non avesse dimestichezza con l’inglese, good luck significa buona fortuna. E questo 18enne proveniente dalla Nigeria fortunato lo è stato per davvero, se si considera che potrà raccontare ai suoi nipoti di essere stato colpito da un treno che sfrecciava a 140 chilometri orari, cavandosela con qualche escoriazione al fianco.

Nel giro di alcune ore i carabinieri della compagnia di Fasano al comando del tenente Daniele Boaglio sono riusciti a far luce sull'incidente ferroviario verificatosi nella tarda serata di venerdì (3 novembre) presso la stazione di Ostuni, dove un Frecciargento diretto a Brindisi è rimasto fermo per più di due ore sui binari, con disagi per i passeggeri, dopo che il macchinista aveva sentito una botta all’altezza della motrice.

I militari, dopo aver ispezionato con cura la strada ferrata e le campagne limitrofe, avevano recuperato solo uno zaino e una scarpa. Sulla fiancata della locomotiva c’erano un piccolo squarcio e dei segni di colore rosso che potevano essere scambiati per tracce di sangue. Ma nessuna traccia della presunta persona investita. Questo perché Goodluck, dopo essere stato sfiorato dal treno, si era dileguato, dirigendosi verso l’ospedale di Ostuni. Qui è stato ricoverato per una contusione al fianco. Ma il nigeriano non aveva detto la verità su come si era procurato quella ferita.

Solo al mattino successivo, quando i carabinieri sono andati in ospedale per verificare se qualcuno si fosse recato lì dopo l’impatto con il treno, è stata ricostruita la vicenda. Il 18enne ha riferito di aver perso l’orientamento dopo essere sceso da un treno diretto verso il capoluogo e di aver “inavvertitamente” attraversato i binari. Non si era accorto che proprio in quel momento stava transitando, a tutta velocità, il Frecciargento. Il treno ha c’entrato lo zaino del ragazzo, portandogli via una scarpa. Ma Goodluck era sano e salvo. L’incauto gesto, però, gli è costato una denuncia a piede libero per interruzione di pubblico servizio.

“Purtroppo – si legge in una nota del comando provinciale dei carabinieri di Brindisi - spesso accade sulle isole di sosta in attesa dei treni, che molti viaggiatori incuranti dei pericoli che si celano nell’attraversare le rotaie, non si rendono conto  dei pericoli che corrono, pertanto si invitano gli abituali viaggiatori a porre maggiore attenzione, rispettando le condotte previste, al fine di evitare tragedie”. 

L'indagato è difeso dall'avvocato Domenico Attanasi del foro di Brindisi. L'iscrizione nel registro del pm è atto dovuto per consentire la procesuzione degli accertamenti. Il penalista ha anticipato che chiederà l'archiviazione del procedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento