Un volo di sette metri dalla scogliera, tratto in salvo un 38enne

Soccorso via mare dalla Guardia costiera un uomo di Mesagne che, nel primo pomeriggio di oggi, dopo la rovinosa caduta sugli scogli a Torre Sant’Andrea (Melendugno) non riusciva a deambulare. Sul posto, anche vigili del fuoco e 118

MELENDUGNO - Momenti di panico oggi nel primo pomeriggio a Torre San’Andrea, a pochi chilometri da Torre Dell’Orso, marina di Melendugno, dove un 38enne di Mesagne è caduto dalla scogliera, da una altezza di almeno sette metri, finendo sugli scogli sottostanti. L’impatto al suolo è stato rovinoso: il malcapitato ha riportato ferite gravi al bacino e non riusciva a deambulare. Il mare agitato ha reso difficoltose le operazioni di soccorso per le quali sarebbe stato necessario l’impiego di un elicottero, ma i tempi d’attesa del velivolo erano di almeno un’ora, così si è deciso di non perdere minuti preziosi e d’intervenire via mare con una motovedetta della Guardia Costiera di Otranto.

La manovra è stata complicata, in considerazione della presenza di scogli e di una risacca molto forte. Ma, nonostante le avversità, l’esito è stato positivo: il 38enne è stato recuperato e, una volta a bordo, è stato trasferito nel porto di Otranto per poi essere accompagnato (in codice giallo) nell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per sospetta frattura del bacino dagli uomini del 118, tra i primi ad aver raggiunto il posto, anche con un’idromoto, insieme ai vigili del fuoco del distaccamento di Maglie, dopo la richiesta d’aiuto giunta dalla persona, pare la fidanzata, che era con l’uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento