Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Torchiarolo

Xylella, oltre cento persone partiranno da Torchiarolo per incontrare il Papa

Saranno un centinaio i cittadini che domani sera, martedì 27 ottobre, partiranno da Torchiarolo per Roma per partecipare all’udienza del Papa che si tiene ogni mercoledì in piazza San Pietro, e chiedere la sua intercessione per evitare l’abbattimento degli ulivi previsto dal piano Silletti bis contro il propagarsi della Xylella, il batterio che ne provoca il disseccamento che al momento può essere fermato solo con l’eradicazione

TORCHIAROLO – Saranno un centinaio i cittadini che domani sera, martedì 27 ottobre, partiranno da Torchiarolo per Roma per partecipare all’udienza del Papa che si tiene ogni mercoledì in piazza San Pietro, e chiedere la sua intercessione per evitare l’abbattimento degli ulivi previsto dal piano Silletti bis contro il propagarsi della Xylella, il batterio che ne provoca il disseccamento e che al momento può essere fermato solo con l’eradicazione. In molti non condividono queste teorie e si stanno opponendo con tutte le proprie forze all’estirpazione degli alberi. Specie perché per il Brindisino il piano prevede l’abbattimento oltre che 12038428_10207958440828879_2319219225952318376_n-2degli ulivi infetti anche di quelli sani presenti nel raggio di 100 metri dagli stessi. I fedeli partiranno con un ramoscello d’ulivo e doneranno al Santo Padre una piccola pianta di ulivo detta in gergo salentino “mazzareddhra”.

I comitati nati nei vari Comuni, Torchiarolo, San Pietro, Cellino San Marco e da qualche giorno anche San Donaci, composti da giovani e anziani, intanto stanno monitorando (per tutto il giorno) tutti i terreni colpiti dai decreti di eradicazione, dove sarebbero stati individuati i focolai, e quelli i cui alberi sono “sotto sorveglianza”. Sono in corso, infatti, in alcune zone del Brindisino, accertamenti per stabilire se ci sono altri alberi malati. 

A Cellino San Marco domenica 24 ottobre si è tenuto un altro banchetto informativo in piazza Aldo Moro e all'ingresso del paese da San Pietro Vernotico è stato affisso un manifesto "funebre" (6 per 3) in cui si annuncia la "morte" di 1500 ulivi Tutto con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sul problema Xylella. A San Donaci, dove non ci sono al momento alberi infetti, è nato un nuovo comitato, sempre a scopo informativo. A San Pietro Vernotico, dove sabato scorso è stato “revocato” (ma questo aspetto è tutto da chiarire dal momento che, come fa notare l’ex sindaco di San Pietro Pasquale Rizzo, per occupare uno spazio 

manifesto a cellino-2pubblico dove mettere in pratica azioni di sensibilizzazione sociale non occorre autorizzazione ma bisogna fare solo una comunicazione) il permesso a occupare uno spazio pubblico per informare i cittadini sull’emergenza Xylella, invece, un altro gruppo di volontari ha aperto un presidio fisso in un locale che si affaccia in piazza del Popolo aperto al pubblico.

Alle 18.30 di oggi nell’oleificio “Il Torchio d’oro” a Torchiarolo si terrà un incontro pubblico sul tema “Fermiamo la Follia Xylella” dove interverranno Antonio Battaglia (Peacelink), Ivano Gioffreda (Spazi popolari), Alberto Basset (docente di ecologia Unisalento) e Nicola Grasso (Docente diritto costituzionale). Modera Alessandra Miccoli. 

Martedì 27 ottobre, alle o 13.50, la Commissioni Agricoltura, svolgerà l'audizione informale di Giuseppe Silletti, commissario straordinario per l'emergenza legata alla diffusione della Xylella fastidiosa. L'appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella, oltre cento persone partiranno da Torchiarolo per incontrare il Papa

BrindisiReport è in caricamento