menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Xylella, danni per calamità: domande di risarcimento entro metà ottobre

Possono essere avanzate dalle imprese agricole che hanno subito danni non inferiori al 30 per cento del valore della produzione lorda vendibile aziendale

SAN PIETRO VERNOTICO – Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il “decreto di declaratoria eccezionalità danni causati da organismi nocivi (Xylella Fastodiosa) nei territori della Regione Puglia dal 01 gennaio 2016 al 31 dicembre 2017” del Ministero delle Politiche agricole, forestali, alimentari e del turismo con il quale è stata dichiarata l’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi calamitosi per danni causati alle produzioni dalle infezioni di Xylella Fastidiosa.

I Comuni interessati sono: Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Cellino San Marco, Cisternino, Erchie, Fasano, Francavilla Fontana, Latiano, Mesagne, Oria, Ostuni, San Donaci, San Pietro Vernotico, San Vito dei Normanni, Torchiarolo, Torre Santa Susanna e Villa Castelli.

Le domande per ottenere il risarcimento devono essere presentate entro il 15 ottobre 2018. Possono essere avanzate dalle imprese agricole che hanno subito danni non inferiori al 30 per cento del valore della produzione lorda vendibile aziendale.

Le misure compensative previste dalla declaratoria consistono in: contributi in conto capitale fino all’80 per cento, proroga delle operazioni di credito agrario, agevolazioni previdenziali da richiedere direttamente all’Inps. La modulistica è disponibile presso gli uffici Suap dei Comuni interessati.  

Il decreto di declaratoria fa riferimento, tra gli altri, al Dlgs 29 marzo 2004 n°102 che prevede interventi del Fondo di solidarietà nazionale a sostegno delle imprese agricole danneggiate da calamità naturali e da eventi climatici avversi.

In base all’articolo 1 comma 27 della legge 27 dicembre 2017, n°205 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2010" il Fondo di solidarietà nazionale è stato rifinanziato per un importo pari a un milione di euro per ciascuna annualità 208 e 2019, proprio per favorire la ripresa delle imprese agricole dei territori colpiti dal batterio Xylella fastidiosa. La regione Puglia dopo aver effettuato i necessari accertamenti ha presentato richiesta di attivazione degli interventi compensativi del Fondo di solidarietà nazionale nelle aree colpite dai danni. I territori interessati sono anche il Leccese e il Tarantino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento