Cronaca Oria

Xylella: il Tar sospende le eradicazioni anche nelle campagne di Oria

Sospensione delle eradicazioni anche nell’agro di Oria, dove di recente erano emersi altri due focolai di ulivi infetti dal batterio della Xylella. Il Tar del Lazio ha accolto i ricorsi presentati da due proprietari di terreni di una zona in cui si trovano circa 200 ulivi che secondo il piano Silletti bis andrebbero abbattuti. I tagli, come già avvenuto per Torchiarolo e Trepuzzi, sono stati sospesi

BRINDISI – Sospensione delle eradicazioni anche nell’agro di Oria, dove di recente erano emersi altri due focolai di ulivi infetti dal batterio della Xylella. Il Tar del Lazio ha accolto i ricorsi presentati da due proprietari di terreni di una zona in cui si trovano circa 200 ulivi che secondo il piano Silletti bis andrebbero abbattuti. I tagli, come già avvenuto per Torchiarolo e Trepuzzi, sono stati sospesi. 

La camera di consiglio per discutere la conseguente richiesta di sospensiva è fissata per il 18 novembre prossimo.

I ricorsi sono stati formulati dall'avvocato Giovanni Pesce che è anche l'intestatario di un uliveto in contrada Frascata, l’area in cui tra il 13 aprile e il 7 luglio scorsi sono stati abbattuti 52 ulivi infetti. Il 4 novembre sarà discussa invece la richiesta di sospensiva richiesta dai 22 olivicoltori di Torchiarolo.

Va ricordato che fino a questo momento nel Brindisino sono stati abbattuti 664 ulivi, rispetto ai 433 alberi abbattuti nel  Leccese. Da quanto  annunciato qualche giorno fa da Silletti,  lo "stato epidemiologico, attualmente, risulta accertato nei territori di 56 comuni della provincia di Lecce e 5 della provincia di Brindisi”. Per quanto riguarda il Brindisino, oltre a Oria e Torchiarolo, i comuni interessati sono Cellino San Marco e Torchiarolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella: il Tar sospende le eradicazioni anche nelle campagne di Oria

BrindisiReport è in caricamento