rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Zoe e un'azienda che licenzia. Vendola: "Una storia che mi colpisce molto"

"Una storia che fotografa la drammatica perdita di diritti e di valore sociale del lavoro". Così il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, interviene sulla vicenda di Zoe, nome con cui è stata ribattezzata Patrizia, lavoratrice 52enne della Lyondell Basell che sconfisse il cancro, licenziata in tronco dopo 25 anni di servizio, per ragioni economiche

BRINDISI – “Una storia che fotografa la drammatica perdita di diritti e di valore sociale del lavoro”. Così il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, interviene sulla vicenda di Zoe, nome con cui è stata ribattezzata Patrizia, lavoratrice 52enne della Lyondell Basell che sconfisse il cancro, licenziata in tronco dopo 25 anni di servizio, per ragioni economiche. 

 “Mi colpisce molto – afferma il governatore in una nota - la storia di Zoe, la lavoratrice malata, unica licenziata a Brindisi dopo il grande piano riorganizzativo della multinazionale Lyondell-Basell. E’ una storia che fotografa la drammatica perdita di diritti e di valore sociale del lavoro e che disvela il cinismo e la crudeltà delle regole che oggi spadroneggiano sempre di più”. 

“La multinazionale – prosegue Vendola-  ringrazia e motiva così quell’unico licenziamento: é dettato da “… i risultati economici negativi in Europa… la critica situazione del mercato… il processo di contenimento dei costi e di recupero di competitività… ”.

“Per giustificare il licenziamento della persona che si vuole estromettere – conclude Vendola - basta dunque rifarsi a generiche ed astratte ragioni economiche? Verrebbe da sorridere se, invece, la situazione non fosse così orribilmente devastante per la vita di Zoe”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zoe e un'azienda che licenzia. Vendola: "Una storia che mi colpisce molto"

BrindisiReport è in caricamento