menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Maiorana, zona industriale di Brindisi

Via Maiorana, zona industriale di Brindisi

Zona industriale, buche come crateri: lite legale tra Comune e Multiservizi

L’Ente citato in giudizio per danni da un automobilista declina ogni responsabilità: “Colpa della società per mancata manutenzione”

BRINDISI – Litigano (sul piano legale) il Comune di Brindisi e la sua società più importante, la Multiservizi, dopo l’ennesima richiesta di risarcimento danni presentata da un automobilista costretto a fare i conti con le conseguenze patite dopo che la sua utilitaria è finita in una buca in via Maiorana, zona industriale. Un cratere pieno d’acqua. Conto a carico dell’Ente pari a duemila euro. Somma che l’Amministrazione non intende pagare perché sostiene che la colpa sia unicamente della partecipata.

MULTISERVIZI SEDE-2

Il caso

A Palazzo di città è arrivato il no al pagamento chiesto dall’avvocato Francesco Sion che rappresenta il brindisino protagonista di uno dei tanti incidenti stradali che si verificano lungo l’arteria principale dell’area che ospita aziende e concessionarie. Di saldare il conto chiesto sulla base della fattura del carrozziere non se ne parla. Nossignore. Tanto è vero che l’Amministrazione ha chiesto alla Multiservizi di “sollevare l’Ente da qualsiasi responsabilità per il caso in questione” sottolineando che la situazione sia da addebitare unicamente alla “mancata manutenzione delle strade”. Attività delegata alla partecipata assieme alla segnaletica orizzontale e verticale, alla cura del verde pubblico e alla gestione dei parcheggi. Anche se, come denunciato sui social network da diversi brindisini, la manutenzione dell’asfalto così come quella dei marciapiedi e del verde non sarebbe sufficiente. Per alcuni, i più arrabbiati, non sarebbe neppure stata eseguita se continuano a esserci buche che sembrano groviere ed erbacce che spuntano dall’asfalto, tanto da rendere alcune zone simili ad aree di campagna.

La contestazione

Al momento, il Comune ha ufficialmente contestato l’aspetto legato alle attività connesse alla manutenzione del manto stradale e lo ha fatto dopo aver ricevuto la notifica dell’atto di citazione – davanti al giudice di pace- dal civilista in qualità di legale del brindisino rimasto coinvolto in un incidente avvenuto lo scorso 5 marzo, attorno alle 22. Stava rientrando dal lavoro, quando l’auto finì in una “grossa buca piena di acqua impossibile a vedersi, provocata dal dissesto del manto stradale”.

L’Amministrazione dovrà presentarsi in aula il prossimo mese di  ottobre. In vista dell’inizio del processo ha formalmente contestato alla partecipata la mancata manutenzione di via Maiorana. C’è, infatti, una lettera firmata dal dirigente del settore Lavori pubblici del 20 luglio scorso, indirizzata dall’amministratore unico della Multiservizi e per conoscenza spedita al responsabile degli Affari legali.

La sede dell'ufficio del giudice di pace a Brindisi

Il giudizio civile

Nel frattempo, l’Ente ha deciso di costituirsi nel giudizio per rivendicare la propria estraneità ai fatti e ha conferito incarico agli avvocati di Palazzo di città. Monica Canepa ed Emanuela Guarino. La decisione è stata assunta dalla Giunta, su proposta dell’assessore al Contenzioso, Mauro Masiello, sulla base della relazione presentata dal segretario generale Pasquale Greco, in qualità di capo dell’ufficio legale interno.

Quanto al contenzioso tra socio Comune e società Multiservizi, l’Amministrazione attende una risposta dalla partecipata, mentre alcuni consiglieri di opposizione hanno anticipato di voler chiedere il resoconto delle attività poste in essere dagli addetti allo scopo di verificare dove sono stati eseguiti i lavori negli ultimi mesi e quanto hanno pesato sulle casse della srl, per la prima volta dopo sette anni, in positivo.

Brindisi Multiservizi

Il premio estivo

Per il periodo estivo, è stato deciso di riconoscere agli addetti dei settori Strade e Verde pubblico un premio mensile pari a 280 euro, tenuto conto dell’aumento della mole di lavoro. La somma extra sarà versata a 40 dipendenti della Multiservizi per il periodo compreso tra luglio e settembre, sotto la voce “progetto decoro”, varato dalla Giunta di centrosinistra del sindaco Riccardo Rossi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento