Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Centro Storico / Via del Balzo

Ztl occupata dai soliti abusivi: "Neanche un posto libero per noi residenti"

I parcheggi di via dei Del Balzo, alle spalle del teatro Verdi, presi d'assalto da persone non residenti nella zona

BRINDISI – Altro che Ztl. I posti auto riservati ai residenti realizzati in via dei Del Balzo, alle spalle del teatro Verdi, sono stati presi d’assalto dai soliti abusivi, la sera di sabato (28 gennaio). La mancanza di controlli all’ingresso della zona a traffico limitato ha spianato la strada ad automobilisti che non potevano accedere nell’area di San Pietro degli Schiavoni né tantomeno occupare gli stalli delimitati da strisce blu tinteggiati nel corso della settimana.

E così, ancora una volta, chi aveva davvero diritto a parcheggiare lungo il perimetro del teatro, ossia i residenti del posto, non ha trovatoVia dei Del Balzo-2 neanche un posto auto libero. “Abbiamo intrapreso delle cause per poter avere il diritto di parcheggiare – piega un residente – e ora che ci è stato concesso, non è cambiato nulla. Anche ieri, tornando a casa, si è ripetuta la solita storia: la via era piena zeppa di auto di non residenti e non c’era nessuna autorità a vietarlo. Allora mi pongo una domanda: vale la pena di andare a pagare 90 euro l’anno per il pass residenti in Ztl, per continuare a non trovare parcheggio”.

Analoga domanda potrebbero porsela anche i residenti di via Colonne, altra Ztl del centro storico in cui sono stati istituiti dei parcheggi riservati (in teoria) ai soli residenti, ma che in assenza di controlli rischia di finire in balia di automobilisti residenti altrove.

Presidiare notte e giorno le Ztl è ovviamente impossibile. Potrebbero però esserci un paio di soluzioni per tutelare i residenti: installare dei varchi elettronici muniti di telecamere o realizzare dei dissuasori gestibili direttamente dagli aventi diritto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl occupata dai soliti abusivi: "Neanche un posto libero per noi residenti"

BrindisiReport è in caricamento