Cronaca Centro Storico / Viale Regina Margherita

Ztl Sciabiche e lungomare: presto in funzione i varchi elettronici

E’ imminente l’entrata in funzione dei varchi elettronici che delimitano la circolazione in alcune aree del centro cittadino. La Project Automation Spa., ditta di Monza che si occupa della fornitura e messa in opera dei varchi automatici presenti all’inizio delle Ztl (zone a traffico limitato), su consiglio del dirigente del settore Trasporti e Mobilità del Comune di Brindisi

BRINDISI - E’ imminente l’entrata in funzione dei varchi elettronici che delimitano la circolazione in alcune aree del centro cittadino. La Project Automation Spa., ditta di Monza che si occupa della fornitura e messa in opera dei varchi automatici presenti all’inizio delle Ztl (zone a traffico limitato), su consiglio del dirigente del settore Trasporti e Mobilità del Comune di Brindisi, ha apportato gli ultimi accorgimenti tecnici.                                                                                                                                                            
Per adesso le zone interessate saranno la quarta e la quinta zona, vale a dire rispettivamente la zona Sciabiche e quella di viale Regina Margherita; saranno chiuse al traffico per tutti i giorni feriali e festivi, dalle ore 00.00 alle 24.00.                                                                                                                                                          
Niente più furbi e incivili, quando le telecamere dei varchi entreranno in funzione solo chi sarà  in possesso dei regolari permessi potrà circolare nelle aree interessate, chi vorrà fare una bella passeggiata sul lungomare seduto comodamente in auto saprà che dopo poco tempo riceverà una sanzione amministrativa, finalmente non si dovrà aspettare inutilmente una dimostrazione di senso civico, sperando nella presenza di qualche agente della polizia municipale appostato ai varchi, il sistema di videosorveglianza non fa turni, né tantomeno favoritismi. L’abitudine, purtroppo presa da molti automobilisti, di transitare illecitamente  lungo viale Regina Margherita sarà presto un ricordo.                                                                                  

Chi rientra nelle categorie che hanno la possibilità di accedere ai pass autorizzati (residenti, forze dell’ordine, veicoli in uso all’Amministrazione comunale, proprietari di attività economiche o studi professionali, trasporto pubblico, clienti di strutture ricettive, veicoli elettrici) potrà richiedere i permessi mostrando regolare documentazione presso il comando di polizia municipale. 

Richieste che stanno arrivando numerose e che, spesso, portano alla luce scoperte particolari: come i residenti e domiciliati all’interno delle suddette Ztl che hanno richiesto contrassegni per il transito per 10 e più veicoli, che dovranno gioco forza essere riconducibili al richiedente. Appare insolita anche la richiesta di ditte che chiedono di far circolare all’interno delle zone delimitate veicoli di grosse dimensioni: cosa che cozzerebbe con la naturale predisposizione di una zona a traffico limitato, destinata prevalentemente ai pedoni. 

Quello che appare chiaro è il comportamento di molti, troppi cittadini, non sempre in linea con il rispetto dei codici della strada. E’ lì che deve avvenire il cambiamento, l’inversione di rotta che trasformi le cattive abitudine in comportamenti civili, rispettando non solo la segnaletica stradale, ma anche e soprattutto il prossimo. Si può tappezzare l’intera città di videocamere, sanzionando i trasgressori, ma non può e non deve essere quella la soluzione. I brindisini devono riscoprire un rispetto per la città e per i concittadini troppo a lungo dimenticato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl Sciabiche e lungomare: presto in funzione i varchi elettronici

BrindisiReport è in caricamento