"Il Golosario" premia il Negroamaro “Masada” 2017 di Tenute lu Spada

Vino della selezione "Fuori di top", corollario dei top hundred 2020, ovvero i 100 migliori vini d'Italia

BRINDISI - Importante riconoscimento per il Brindisi rosso Negroamaro "Masada" 2017 di Tenute lu Spada di Brindisi: è stato selezionato, infatti, nella "Fuori di top", corollario dei top hundred 2020, ovvero i 100 migliori vini d'Italia de "Il Golosario" firmata da Paolo Massobrio e Marco Gatti. Tenute lu Spada, giovane realtà produttiva di Brindisi, coniuga tradizione ed innovazione coltivando vigneti in terreni situati nelle contrade Cillarese – Scalella e Torre Mozza, per un totale di 29 ettari. Calcare ed argilla dominano il territorio e il mare porta effetti benefici. Susumaniello, primitivo, minutolo, vermentino e negroamaro sono le uve e i vini prodotti, con quest'ultimo che merita una citazione nella versione Brindisi Rosso “Masada” 2017: note tostate di tabacco e caffè, non delude il tannino e nel retronasale torna il frutto rosso maturo (prugna). Al colore il rubino del rosso è pulito e il sorso è pieno.

La selezione 

La selezione dei migliori vini italiani firmata da Paolo Massobrio e Marco Gatti del Golosario compie 18 anni e si conferma una delle più longeve e interessanti nel panorama nazionale. Merito anzitutto di una formula che in questi anni ha permesso di andare a fondo nel territori, scoprendo chicche quasi introvabili. Il criterio scelto, infatti, è quello di individuare ogni anno 100 cantine che meritano il podio, senza mai premiare quelle degli anni precedenti. A questi si aggiungono i "Fuori di top" cioè cantine, per lo più piccole o piccolissime e spesso nuove, con vini eccezionali scoperti a chiusura della selezione effettuata con degustazioni collettive. In questa edizione sono 28 i vini promossi direttamente sul campo o da Massobrio o da Gatti, quindi senza passare dalle degustazioni plenarie. 

“Il giudizio sulla nostra giovane realtà aziendale e il riconoscimento dato al “Masada”, Negroamaro Doc Brindisi Rosso, ci lusinga - ha dichiarato Carmine Dipietrangelo, amministratore di Tenute lu Spada - e premia il nostro impegno per contribuire, assieme alle altre aziende del settore presenti nel territorio, a valorizzare la tradizione vitivinicola brindisina ancora ricca di potenzialità e in grado di dare buoni vini apprezzati a livello nazionale e internazionale.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento