Le cozze fritte di zia Angela: variante con macinato misto, da leccarsi i baffi

Così come per molte prelibatezze popolari non c’è una una ricetta unica per tutti, così come spesso le dosi sono affidate al gusto e all’occhio di chi le prepara

MESAGNE - Tra le ricette tipiche pugliesi nei pranzi o cene di famiglia non possono mancare le cozze ripiene fritte, uno dei piatti estivi più gustosi e prelibati da servire come antipasto o come secondo piatto in un sughetto di pomodori freschi. Così come per molte prelibatezze popolari non c’è una una ricetta unica per tutti, così come spesso le dosi sono affidate al gusto e all’occhio di chi le prepara. C’è chi la base dell’impasto la fa solo con pane raffermo, chi ci aggiunge la ricotta e chi, invece, la carne macinata. 

Quelle che vi presentiamo oggi sono le cozze ripiene fritte "di zia Angela” nate da un’idea del marito Coco (per i mesagnesi Cocu Parazzuelu, proprietario di una storica pescheria oggi passata al fratello), prese dalla tradizione mesagnese e personalizzate con il macinato misto. Per me legate alla festa patronale in onore della Madonna del Carmine, che ricorre il 16 luglio. In casa di zia Angela e zio Coco non mancavano mai le cozze ripiene fritte, insieme a tante altre prelibatezze da leccarsi i baffi. 

Come già accennato, anche in questo caso, come per le melanzane ripiene di mamma Titina che vi abbiamo presentato nei giorni scorsi, le dosi sono “ad occhio”. 

Ingredienti

Sugli ingredienti, però, non ci sono incertezze: cozze nere, macinato misto, pane raffermo, formaggio, uova, sale pepe, prezzemolo, olio di semi. Pomodorini freschi (per il sugo). 

Procedimento

Lavare bene le cozze, privarle della barbetta, pulirle e se necessario raschiarle con un coltellino. Aprirle senza privarle del guscio e farle sgocciolare. Preparare un bel sugo di pomodori freschi. Impastare macinato, pane raffermo bagnato, formaggio, uova, sale, pepe, prezzemolo. Si proprio come le polpette. Riempire le cozze con l’impasto senza aprirle troppo. Friggerle in abbondante olio di semi. Metterle nel sughetto e far cuocere per qualche minuto. Servire, mangiare e leccarsi i baffi. 

P.S. Se anche voi avete qualche gustosa ricetta da voler condividere con i lettori inviateci il materiale corredato di foto a redazione@brindisireport.it e la pubblicheremo 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento