rotate-mobile
Economia

Aeroporti, Brindisi tira la volata in Puglia. I dati del primo semestre e di giugno

Incremento dei collegamenti per l'aeroporto di Bari (su cui le varie compagnie puntano maggiormente), ma è quello di Brindisi che guida l'incremento del traffico sia nel primo semestre 2014 che nello scorso mese di giugno, quando ha segnato un + 14,1 per cento

BARI - Incremento dei collegamenti per l’aeroporto di Bari (su cui le varie compagnie puntano maggiormente), ma è quello di Brindisi che guida l’incremento del traffico sia nel primo semestre 2014 che nello scorso mese di giugno, quando ha segnato un + 14,1 per cento (come aveva anticipato BrindisiReport.it in una intervista amministratore unico di Aeroporti di Puglia). Nello scorso  mese di giugno i  passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari e Brindisi  sono stati 565.080, a fronte dei 540.543 dello stesso mese del 2013, con un incremento del 4,5%. Il dato aggregato dei due aeroporti riferito invece al 1° semestre registra un incremento del 2,9%: 2.670.224 i passeggeri nel 2014 a fronte dei 2.594.401 dell’anno precedente.

Per Giuseppe Acierno, amministratore unico di Aeroporti di Puglia, sia il dato del primo semestre, che quello del mese di giugno, “rappresentano un buon viatico per il prosieguo del 2014, in attesa che i numerosi collegamenti attivati negli ultimi giorni del mese scorso possano contribuire a migliorare il trend sin qui registrato, specie per quanto riguarda lo scalo di Bari”. E’ proprio su Bari, infatti, che si sono registrate le ultima novità: è il caso del nuovo collegamento (due frequenze giornaliero) su Roma di Vueling, del trisettimanale su Bruxelles operato da Brussels Airlines, del volo per Creta di Volotea (ogni lunedì, martedì e giovedì) o del raddoppio delle frequenze (due a settimana) di Mistral Air su Corfù e Zante.

Aeromobili nelle piazzole dell'Aeroporto del Salento-2Passando al dettaglio del dato, l’Aeroporto del Salento di Brindisi è lo scalo pugliese che fa registrare la migliore performance in termini di crescita del traffico. Nel primo semestre 2014, infatti,  il totale è stato di 998.431 passeggeri contro i 920.290 dello stesso periodo dello scorso anno (+8,5%). Ragguardevole il 55,9% d’incremento dei passeggeri charter, attestatisi a quota 24.039 unità (contro le 15.422 dei primi sei mesi 2013). Per quanto riguarda il traffico di linea, si registra un incremento del 7,7%: si è passati, infatti, dai 903.239 passeggeri del 2013 ai 972.961 (di cui 141.478 internazionali) di quest’anno.

Analizzando il dato del solo mese di giugno 2014, il totale passeggeri (arrivi + partenze) sull’Aeroporto del Salento, è stato di 224.175 unità, con un incremento del 14,1% rispetto ai 196.430 di giugno  2013. In crescita (+ 13,8%) i passeggeri di linea nazionale (182.321 a giugno 2014 contro i 160.147 di giugno ‘13); meno accentuato (+ 6,6%) l’incremento dei passeggeri di linea internazionale che nello scorso mese sono stati 37.368, mentre i passeggeri charter sono passati dagli 843 di giugno dello scorso anno ai 4.183 del mese appena trascorso.

Stabile, rispetto allo scorso anno, il consuntivo del primo semestre riferito al Karol Wojtyla di Bari,  dove i passeggeri - arrivi e partenze –  sono stati 1.671.793  passeggeri, lo 0,1% in meno  rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno. Nel periodo in esame i passeggeri di linea nazionale sono stati 1.206.632, mentre quelli di linea internazionale sono stati 440.006, il +3,5% in confronto ai 425.110 del periodo gennaio – giugno 2013.  In linea con l’andamento del semestre il traffico passeggeri di giugno 2014: nel mese appena concluso i 340.905 passeggeri in arrivo e partenza (234.502 su linea nazionale e 100.917 su quella internazionale) hanno determinato una flessione dello 0,9% rispetto ai 344.113  passeggeri di giugno 2013.

    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti, Brindisi tira la volata in Puglia. I dati del primo semestre e di giugno

BrindisiReport è in caricamento