menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gse dichiara: "Non abbiamo intenzione di delocalizzare la produzione"

Gse Costruzioni Aeronautiche non ha alcuna intenzione di delocalizzare la produzione dello stabilimento di contrada Piccoli a Brindisi, che conta circa 400 dipendenti tra addetti in fabbrica e nucleo ubicato presso lo stabilimento di Alenia Aermacchi di Grottaglie. L'affermazione in una breve nota aziendale diramata stamani

BRINDISI - Gse Costruzioni Aeronautiche non ha alcuna intenzione di delocalizzare la produzione dello stabilimento di contrada Piccoli a Brindisi, che conta circa 400 dipendenti tra addetti in fabbrica e nucleo ubicato presso lo stabilimento di Alenia Aermacchi di Grottaglie. L'affermazione in una breve nota aziendale diramata stamani, in verità non molto esplicita in alcuni passaggi, a due giorni di distanza dal comunicato con cui la Uilm di Brindisi denunciava un progetto di spostamento dei macchinari della fabbrica a Frosinone, all'insaputa del socio unico della stessa Gse, giunta a Brindisi a rassicurare le maestranze, dopo aver proceduto in precedenza al licenziamento dell'amministratore delegato e del direttore generale proprio in seguito alla denuncia sindacale di tale presunto piano.

BrindisiReport.it ha trattato con cautela tali notizie, in assenza di comunicazioni ufficiali dell'azienda  in relazione ai retroscena di cui la Uilm ha dato la sua versione. Bisognava infatti sottolineare che il contratto di programma firmato con la Regione Puglia nel 2010 come associata di Alenia in un processo di potenziamento di alcune linee produttive ha come condizione fondamentale la non delocalizzazione delle produzioni stesse, mentre proprio lo scorso hanno Gse aveva ricevuto il via libera dal Comune di Brindisi per ampliare il sito di contrada Piccoli.

Nel comunicato odieno, Gse a proposito delle notizie che la riguardano "apparse recentemente su organi di informazione locali", sottolinea che "le decisioni prese dall’azienda rispondono esclusivamente a ragioni di carattere industriale e amministrativo, all’interno del percorso di sviluppo che la Gse Industria Aeronautica persegue da diverso tempo. Ci dissociamo, pertanto, da quanto affermato negli articoli richiamati chiarendo la totale indipendenza degli organi amministrativi di Gse dai contesti evidenziati e smentiamo, al contempo, qualunque affermazione che associ questa azienda a progetti di delocalizzazione". Vale la pena ricordare che attualmente la società ha un nuovo amministratore delegato, Alessandro Capone, giunto a Brindisi martedì scorso da Roma assieme a Francesca Armellini, proprietaria dell'azienda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento