Economia

Crociere: nel 2017 Brindisi porto di partenza con la Msc Musica

Dopo il doloroso taglio per il 2016, che comporterà anche una flessione del movimento dei passeggeri nel porto di Brindisi, buone notizie dal catalogo 2017 di Msc Crociere, già online con tutte le offerte, e quindi aperto alle prenotazioni. Brindisi ridiventa porto di imbarco di una crociera che comprende Italia, Grecia e Montenegro, con avvio il 10 aprile e ultimo viaggio il 23 ottobre. In tutto 29 imbarchi e sbarchi

La nave da crociera Msc Musica, che nel 2017 effettuerà 29 viaggi partendo da Brindisi

BRINDISI – Dopo il doloroso taglio per il 2016, che comporterà anche una flessione del movimento dei passeggeri nel porto di Brindisi, buone notizie dal catalogo 2017 di Msc Crociere, già online con tutte le offerte, e quindi aperto alle prenotazioni. Brindisi ridiventa porto di imbarco di una crociera che comprende Italia, Grecia e Montenegro, con avvio il 10 aprile e ultimo viaggio il 23 ottobre. In tutto 29 imbarchi e sbarchi.

La crociera prevede partenza da Brindisi, poi soste a Katakolon nel Peloponneso, dopo aver costeggiato le Isole Ionie, quindi Santorini nell’Egeo, Atene, e nuovamente Ionio con tappa a Corfù, quindi Kotor (lo splendido fiordo di Cattaro) in Montenegro, Venezia, e infine nuovamente Brindisi per lo sbarco. La nave che Msc ha deciso di assegnare a questa crociera tra Adriatico, Ionio ed Egeo è la Musica, che nei selfie dei brindisini rimpiazzerà il vuoto lasciato dalla Magnifica, che nel 2015 ha inaugurato anche l’ormeggio nel porto interno alla ex banchina Carbonifera.

C’è un anno di tempo, perciò, per fare in modo che nel 2017 la Msc Musica entri non più in via sperimentale dal Canale Pigonati nel Seno di Levante. Potrebbe essere pronta anche la banchina di S. Apollinare, per l’aprile 2017, ed essere già sgombero anche il passaggio per giungere in città, con la liberazione dell’attuale servitù militare della ex zona Pol. E soprattutto, chi ha intenzione di fare business, in città, può programmare la propria l’attività. Vale la pena ricordare che Msc consiglia caldamente ai suoi clienti, per le escursioni da Brindisi, città come Ostuni. Ma le opzioni potrebbero anche allargarsi. L’importante è che le navi da crociera non vengano nuovamente destinate alla banchina industriale di Costa Morena Est.

I dati del traffico crocieristico 2015 nei porti italiani-2

Intanto l’Autorità Portuale brindisina fa invece sapere che una delegazione composta dal commissario straordinario Mario Valente, dalla dirigente amministrativa Donatella Infante e dalla funzionaria delegata al settore crocieristico, Laura Cimaglia, partirà per la Florida per partecipare al Seatrade Cruise Global 2016, la fiera internazionale dove l’industria crocieristica mondiale presenta i suoi programmi, che quest’anno si sposta da Miami a Fort Lauderdale.

La notizia del ritorno nel 2017 di almeno una nave da crociera con 29 partenze settimanali si aggiunge all’altro evento positivo per il porto di Brindisi, rappresentato dalla ripresa da luglio dei collegamenti diretti con le Isole Ionie (Corfù, Paxos, Cefalonia e Zante le tappe annunciate, con la probabile aggiunta anche di Saranda in Albania), grazie ad una iniziativa commerciale dell’agenzia brindisina SeaMed.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crociere: nel 2017 Brindisi porto di partenza con la Msc Musica

BrindisiReport è in caricamento