Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia

Vendemmia solidale a Brindisi nelle tenute Lu Spada

Mercoledì 28 settembre, un gruppo di ragazzi diversamente abili della Cooperativa Oltre l'Orizzonte sarà ospite delle Tenute agricole Lu Spada per essere coinvolto nell'attività della vendemmia

BRINDISI - Mercoledì 28 settembre, un gruppo di ragazzi diversamente abili della Cooperativa Oltre l’Orizzonte sarà ospite delle Tenute agricole Lu Spada per essere coinvolto nell’attività della vendemmia. La vendemmia è una delle più gioiose, suggestive e antiche pratiche delle attività agricole.  La raccolta rappresenta un momento di condivisione di un lavoro di gruppo associato alla speranza di un buon risultato.

Nel nostro territorio, la raccolta dell’uva e la produzione del vino, sta ritornando ad essere uno dei momenti più significativi da cui traggono origine vini che rappresentano ormai un eccellenza e la Città di Brindisi ha rappresentato nella sua lunga storia un territorio vocato alla vitivinicoltura. Le Tenute agricole Lu Spada hanno iniziato quest’anno l’ avventura vitivinicola con l’intento di dare con umiltà il suo piccolo contributo nel settore.

Oltre l’Orizzonte, è vincitrice di un Bando “Orizzonti Solidali”, promosso dalla Fondazione Megamark, realizzato in collaborazione con i supermercati A&o, Dok, Famila elperfamila e con il patrocinio della Regione Puglia e del suo Assessorato al Welfare. Il progetto finanziato dal Bando si chiama NaturAbile, chè iniziato a Aprile 2016 e si concluderà a Novembre, e vede coinvolti dei giovani diversamente abili, in attività a stretto contatto con la natura, come Ortoterapia, Agricoltura, Pet Therapy.

“L’iniziativa di mercoledì rappresenta per la nostra Cooperativa, attiva dal 1992 un connubio importante tra mondi che apparentemente sembrano distanti, agricoltura  - impresa e servizi sociali, ma con una visione innovativa di welfare possono unirsi progettando attività ed interventi concreti, innovativi e sicuramente con un impatto sociale economico positivo sul territorio, superando una logica puramente assistenziale e andando verso un percorso innovativo di “buone prassi” che vede il coinvolgimento del Terzo Settore  nel mondo della Produzione, cercando di porre le basi per creare una sinergia virtuosa tra obiettivi economici e responsabilità sociale”, si legge nella nota stampa.

Negli ultimi anni, nel territorio nazionale si portano avanti numerosi progetti di Agricoltura Sociale e  la legge n. 141 del 18 Agosto 2015,  viene introdotta la definizione di agricoltura sociale. In questo ambito rientrano le attività che prevedono: a) l'inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e lavoratori svantaggiati, persone svantaggiate e minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione sociale; b) prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali attraverso l'uso di risorse materiali e immateriali dell'agricoltura; c) prestazioni e servizi terapeutici anche attraverso l'ausilio di animali e la coltivazione delle piante; d) iniziative di educazione ambientale e alimentare, salvaguardia della biodiversità animale, anche attraverso l'organizzazione di fattorie sociali e didattiche.

Giuseppe Pizzolante Leuzzi-2Le uve raccolte nel corso della giornata  saranno vinificate dall’enologo delle tenute Giuseppe Pizzolante Leuzzi che per la giornata sarà presente per illustrare ai ragazzi la raccolta e la  vinificazione delle uve. Quella di puntare su Giuseppe Pizzolante Leuzzi è stata una scelta di grande prestigio per le Tenute agricole Lu Spada. Basti citare il fatto che si tratta dell'uomo che nel 2010 è subentrato al mitico Severino Garofano alla direzione enologica della Cupertinum.

Subito al lavoro dal 1979 nella cantina di Melissano, diplomato all'Istituto agrario di lecce e specializzatosi in enologia alla scuola di Locorotondo, Giuseppe Pizzolante Leuzzi è stato vicepresidente dei giovani di Confagricoltura Lecce e membro della sezione enologica di Confagricoltura nazionale, e la sua lunga carriera si è sviluppata tra le più prestigiose cantine del Salento

Lo stesso, assieme all’azienda, donerà come segno di riconoscimento della partecipazione della cooperativa  le prime 100 Bottiglie del nuovo Negroamaro Doc Brindisi. Solidarietà, responsabilità sociale e integrazione attraverso la scoperta delle tradizioni è il tema della giornata che si auspica sia di stimolo ad iniziative importanti e sostenibili nel territorio

                       

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendemmia solidale a Brindisi nelle tenute Lu Spada

BrindisiReport è in caricamento