Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Accordo di solidarietà sino a giugno per i lavoratori "Santa Teresa"

Importante ponte sino alla fine del giugno prossimo per i dipendenti della società in house della Provincia, la Santa Teresa Srl, grazie ad un accordo raggiunto con la mediazione del prefetto Annunziato Vardè. Sino a quella data, i lavoratori potranno usufruire di un contratto di solidarietà. Il Cobas non ha firmato

Una protesta dei lavoratori della Santa Teresa

BRINDISI – Importante ponte sino alla fine del giugno prossimo per i dipendenti della società in house della Provincia, la Santa Teresa Srl, grazie ad un accordo raggiunto con la mediazione del prefetto Annunziato Vardè. Sino a quella data, i lavoratori potranno usufruire di un  contratto di solidarietà. Lo fa sapere la stessa Prefettura con una nota stampa.

“Si sono riunite nuovamente stamane in Prefettura le parti coinvolte nella complessa vertenza occupazionale riguardante i lavoratori della società in house Santa Teresa. Presenti all'incontro il prefetto, il presidente e i dirigenti della Provincia, i rappresentanti dell'azienda e le diverse sigle sindacali. Dopo un serrato confronto , che era stato già awiato, con la mediazione del prefetto , lo scorso 8 febbraio, è stata siglata dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Fesica - Confsal, Ugl la pre-intesa che consentirà di sottoscrivere già domani, presso gli uffici del Mercato del Lavoro, l'accordo di solidarietà”, si legge nel comunicato.

“L'intesa prevede che fino al 30 giugno tutti i 120 lavoratori della società in house manterranno il posto di lavoro con una riduzione oraria fino ad un massimo del 50%, con l'impegno – spiega sempre la nota della Prefettura - a rivedere in aumento tale percentuale qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse, anche a seguito della interlocuzione in atto con la Regione. Il prefetto Vardè, nell'esprimere soddisfazione per l'intesa raggiunta, ha dato atto dell'impegno speso da tutte le parti perché venissero salvaguardati i livelli occupazionali, compatibilmente con il quadro normativo e finanziario in atto”.

Guadagnato qualche mese, in attesa di novità proprio sulle evoluzioni del processo di scioglimento degli Enti Provincia. Intanto è stata convocata per giovedì 11 febbraio, alle ore 12, in prima convocazione, e per venerdì 12 febbraio alle ore 12, nell’aula consiliare dell’ente, la seduta del consiglio provinciale per la ratifica dell’accordo di solidarietà. I lavoratori della società in house della Provincia di Brindisi ieri avevano incontrato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

L'accordo di solidarietà non è stato invece firmato dal Cobas, che ha chiesto un rinvio di un mese dei licenziamenti per verificare la disponibilità del presidente Emiliano, "il quale nell’incontro di ieri ha affermato che in 30 giorni questa vertenza va conclusa. Avremmo esercitato maggiore pressione sulla Regione - dice Roberto Aprile, segretario del Cobas - da cui già nei mesi scorsi ci aspettavamo maggiore impegno. Addirittura sulla questione dei promessi 600.000 euro settore caccia che dovevano essere sbloccati non è accaduto nulla. Il problema secondo noi è che quando accetti una perdita dell’orario di lavoro così vistosa è difficile riprenderla".

Il Cobas, prosegue Aprile, "ritiene che i programmi di Renzi per le Province siano devastanti e che si va alla  cancellazione definitiva delle stesse nei prossimi mesi. La cosa grave, nonostante enunciazioni di principio da parte del governo, sarà la mancata salvaguardia  dei lavoratori delle società partecipate come la Santa Teresa. Quindi è e sarà sempre più necessario che la Regione, attraverso progetti che durino nel tempo, prenda sotto di sé la responsabilità di questi lavoratori", afferma il segretario del Cobas.

Per Roberto Aprile "il problema non sono i 4 mesi di solidarietà, ma  il futuro. Per questo il ricorso a strumenti come il contratto di solidarietà pone un grave pregiudizio al  futuro di questi lavoratori. Quello che possiamo affermare è che la nostra battaglia continua per la difesa dei lavoratori. Questi 30 giorni dichiarati da Emiliano nella riunione a Brindisi diventano il banco di prova per tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo di solidarietà sino a giugno per i lavoratori "Santa Teresa"

BrindisiReport è in caricamento