Economia

Acquedotto pugliese: via libera a una selezione per 10 ingegneri neolaureati

Devono essersi laureati in Ingegneria idraulica entro il 2016  ed è preferibile che non abbiano più di 26 anni. Sono queste le caratteristiche richieste ai 10 neoingegnere che l’Acquedotto pugliese assumerà attraverso una selezione

BRINDISI – Devono essersi laureati in Ingegneria idraulica entro il 2016  ed è preferibile che non abbiano più di 26 anni. Sono queste le caratteristiche richieste ai 10 neoingegnere che l’Acquedotto pugliese assumerà attraverso una selezione che stamani ha ottenuto il via libera del consiglio di amministrazione, riunitosi presso la storica sede di Via Cognetti a Bari. 

Ha presieduto il CdA Lorenzo De Santis e partecipato il Consigliere Francesca Pace. Hanno preso parte, inoltre, il delegato della Corte dei Conti, Carlo Greco ed il Collegio Sindacale, rappresentato da Giovanni Rapanà, Presidente, Aurora De Falco e Angelo Colangelo, componenti.
 
Costituiranno titoli preferenziali: la lode, l’età non superiore ai 26 anni, una buona conoscenza dell’inglese.
 
Il provvedimento risponde all’esigenza di dotare l’Acquedotto Pugliese di nuove professionalità in grado di garantire i piani di sviluppo, anche internazionali, già avviati.
 
“Investendo sui giovani – ha commentato il Vice Presidente Lorenzo De Santis – intendiamo contribuire alla valorizzazione delle competenze, con la certezza che rappresentano una risorsa importante non solo per il futuro di Acquedotto ma anche di tutta la comunità che siamo chiamati a servire”.
 
“Acquedotto Pugliese vanta una storia importante nel campo dell’ingegneria idraulica e numerose professionalità interne adeguate al compito assegnato - ha proseguito De Santis. L’avvio di queste selezioni si inserisce nel solco di questa gloriosa tradizione”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedotto pugliese: via libera a una selezione per 10 ingegneri neolaureati

BrindisiReport è in caricamento