menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aeroporti di Puglia

Aeroporti di Puglia

Aeroporto del Salento +7,2 per cento

BARI - Mentre Aeroporti di Puglia e la giunta Vendola progettano l'ingresso di capitali provati nella società di gestione delle aerostazioni regionali, sono sempre in crescita i dati del traffico passeggeri, con il trend maggiore a Brindisi. Nei primi sette mesi del 2012, fa sapere Aeroporti di Puglia, i passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari e Brindisi sono stati 3.401.300, a fronte dei 3.201.730 dello stesso periodo 2011, con un incremento del 6,2%.

BARI - Mentre Aeroporti di Puglia e la giunta Vendola progettano l'ingresso di capitali provati nella società di gestione delle aerostazioni regionali, sono sempre in crescita i dati del traffico passeggeri, con il trend maggiore a Brindisi. Nei primi sette mesi del 2012, fa sapere Aeroporti di Puglia, i passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari e Brindisi sono stati 3.401.300, a fronte dei 3.201.730 dello stesso periodo 2011, con un incremento del 6,2%.

Per l'Aeroporto del Salento di Brindisi il consuntivo al 31 luglio scorso è stato di 1.212.049 passeggeri, ossia il +7,2% rispetto a 1.130.280 passeggeri dell'analogo periodo dello scorso anno. Il maggior incremento (+8,3%) è stato quello dei passeggeri di linea nazionale, passati dai 945.375 del 2011 a 1.023.778 nel 2012; meno marcato (+4,4%) l'incremento dei passeggeri di linea internazionale: 167.580 quelli dei primi sette mesi del 2011 a fronte dei 174.949 dell'anno in corso. In crescita del 6,1% i movimenti aeromobili, passati dai 9.719 del 2011 ai 10.309 del 2012.

Sul Karol Wojtyla di Bari, il consuntivo - arrivi e partenze - al 31 luglio 2012, si è attestato a 2.189.251 passeggeri, pari al +5,7% rispetto ai primi sette mesi dello scorso anno, quando il totale era stato di 2.071.450 unità. I passeggeri di linea nazionale sono stati 1.626.583, il 6,9% in più rispetto a 1.520.830 dello stesso periodo del 2011, mentre quelli internazionali sono stati 500.397 a fronte dei 487.910 dell'anno passato (+ 2,6%). Più accentuata la crescita del traffico riferito al segmento charter: i 58.189 passeggeri di questi primi sette mesi hanno fatto sì che si determinasse un incremento del 26,1% rispetto al dato del 2011 (46.155 passeggeri). Pressoché stabile il dato relativo al movimento aeromobili sullo scalo barese: 21.535 movimenti nel 2012 a fronte dei 21.371 del 2011 (+0,8%).

Intanto gli aeroporti pugliesi si preparano ad affrontare un periodo contraddistinto da un elevato numero di arrivi e partenze. Lo scorso anno, nei giorni immediatamente antecedenti e successivi al Ferragosto, furono poco meno di 140.000, di cui 86.000 circa su Bari, i passeggeri transitati dai due principali aeroporti della regione: per Ferragosto 2012 la previsione è che il traffico passeggeri si attesti sul trend di crescita sin qui registrato. Per coloro che opteranno per l'aereo, sono disponibili numerosi voli - sia di linea che charter - con le più importanti destinazioni nazionali e continentali (Monaco, Parigi, Londra, Riga, Praga, Barcellona, Valencia, Madrid solo per citarne alcune), nonché con alcune tra le località più gettonate dal popolo dei vacanzieri (Ibiza e Palma di Maiorca su tutte).

Altrettanto articolata l'offerta sul fronte dei collegamenti charter che quest'estate mettono in connessione - in alcuni casi per la prima volta - la Puglia con mercati turistici del nord Europa potenzialmente molto interessanti per quel che riguarda le presenze di turisti stranieri nella nostra regione: è il caso dei voli che settimanalmente collegheranno Helsinki e Tallin con Brindisi e di quelli che con analoga frequenza opereranno su Bari da Mosca e Minsk.

Conferme, invece, per quel che riguarda il traffico charter in uscita, con le sempreverdi Sharm e Marsa Alam a fare la parte del leone. Dubrovnik, Spalato, Varna, Burgos, Djerba, Monastir, Antalya, Bodrum e tantissima Grecia (Creta, Ios, Mikonos, Paros, Santorini, Rodi, Skiatos, Kos e Zante) rappresentano una ghiotta opportunità per quanti decideranno di trascorrere le proprie vacanze estive all'estero. Senza dimenticare Lourdes e Medjugorie (da fine luglio servita da un collegamento bisettimanale di linea) per quanti, invece, preferiscono una vacanza di taglio decisamente diverso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento