Aerospazio, collaborazione nella ricerca e scambi di studenti col Canada

BRINDISI – Non solo imprese, ma anche molta ricerca e università nella missione ad AeroMart Montreal 2010 del Distretto Aerospaziale Pugliese. Dopo l’ottimismo delle aziende, ecco i programmi scientifici e di formazione che possono nascere tra Puglia e Canada nel settore aeronautico e spaziale. Inclusi gli scambi di studenti, fattore che può aumentare l’attrattività e la qualità della formazione ingegneristica a Brindisi e in Puglia

Una veduta di Cittadella della Ricerca

BRINDISI – Non solo imprese, ma anche molta ricerca e università nella missione ad AeroMart Montreal 2010 del Distretto Aerospaziale Pugliese. Dopo l’ottimismo delle aziende, ecco i programmi scientifici e di formazione che possono nascere tra Puglia e Canada nel settore aeronautico e spaziale. Inclusi gli scambi di studenti, fattore che può aumentare l’attrattività e la qualità della formazione ingegneristica a Brindisi e in Puglia

Ne fa una sintesi il preside della Facoltà di Ingegneria industriale di Brindisi, Antonio Ficarella. La delegazione ricerca e università del DTA, la società consortile del Distretto Aerospaziale Pugliese presieduta da Giuseppe Acierno, ha cominciato il suo lavoro a in Canada presso l’ambasciata italiana a Ottawa, dove si è svolto un incontro con l'addetto scientifico Emanuele Fiore, alla presenza del senior vice president di Alenia Canada, Marcello Cianciaruso.  Qui è stata stabilita la partecipazione alla tavola rotonda “Innovation, Technology and Markets in the Aerospace Sector”, da tenere a settembre prossimo presso una sala del Parlamento Canadese, con la partecipazione di esperti dai distretti, aziende e università canadesi e italiani. Inoltre la delegazione pugliese ha espresso formalmente l’interesse a stabilire rapporti con una serie di università canadesi.

Il progetto di avvio di contatti finalizzati ad una vera e propria cooperazione riguarda il CIADI (Concordia Institute of Aerospace Design & Innovation), grazie a precedenti contatti con il professore Marius Paraschivoiu. Quindi la Ecole de Technologie Superieure (precedenti contatti con mister Jean Belzile e la professoressa Ruxandra Botez). Infine con la Ecole Polytechnique Montreal (precedenti contatti con i professori Clèment Fortin e Gilles Savard, e con mistress Céline Roehrig). Un passaggio fondamentale sono stati gli incontri alla McGill University, una delle prime venti al mondo con vari premi Nobel tra i docenti. La missione scientifica del DTA ha avuto colloqui con il pro rettore Anthony Masi, e con i professori del Dipartimento di Aerospaziale  Stephen Yue, che ne è direttore, Wagdi Habashi e Marco Amabili. Si è parlato, fa sapere il professore Antonio Ficarella, della opportunità di attività di ricerca comuni, di attività di visiting professor e di programmi di scambio studenti (possibilità che studenti italiani possano svolgere un semestre in Canada).

Incontro proficuo anche quello presso Pratt&Whitney Canada, un gruppo leader nella propulsione aeronautica, dove con  Hany Mustapha,  chief engineer, e Joseph Di Liello, supply management , si è discusso della opportunità di svolgere, in una qualche forma di collaborazione, attività di ricerca e sviluppo in comune con il Distretto Aerospaziale Pugliese. Al centro delle possibili collaborazioni,  tre tematiche di estrema attualità nel settore della motoristica aeronautica: i biocarburanti, le ceneri vulcaniche e le componenti in materiale composito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine i contatti con il sancta sanctorum della ricerca aerospaziale canadese, il CRIAQ (Consortium for Research and Innovation in Aerospace in Quebec). Qui si sono svolti incontri con André Barzegui, il presidente del consorzio, e con mrs. Dominique Sauvé, la direttrice. Anche in questo caso, si è discusso della opportunità di svolgere, in una qualche forma di collaborazione – ha spiegato Ficarella- attività di ricerca e sviluppo in comune con il Distretto Aerospaziale Pugliese, al fine di qualificare le imprese dello stesso e porre le basi per future collaborazioni commerciali. Attualmente, le tematiche di maggiore interesse su cui si potrebbe sviluppare una collaborazione di ricerca sono il riciclaggio dei materiali  compositi, le tecniche di repair e NDT (in particolare per motori aeronautici), lo sviluppo di sensori per la combustione e il crashwortness (cioè la capacità di una struttura di proteggere i suoi occupanti in un impatto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento