rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Economia

Agroalimentare, ora la Camera di Commercio guarda al mercato argentino

BRINDISI - Sviluppare le occasioni di fare impresa nel Sud America, aprendo alle aziende locali un ponte privilegiato con l'Argentina, in particolare nel settore agroalimentare.

BRINDISI - Sviluppare le occasioni di fare impresa nel Sud America, aprendo alle aziende locali un ponte privilegiato con l'Argentina, in particolare nel settore agroalimentare.

E' l'obiettivo delle Camere di Commercio di Brindisi, Cordoba e Mendoza, i cui rappresentanti si sono ritrovati nella sede dell'ente messapico per illustrare le potenzialità di quello che, per le imprese locali sarebbe un mercato senza confini. Da qui il tour delle Camere di Commercio di Mendoza e Cordoba in Italia per sviluppare in collaborazione con le Camere di Commercio di Andria, Bari, Campobasso, Foggia, Matera, Reggio Calabria e Brindisi.

L'iniziativa rientra nell'ambito delle attività programmate dal Fondo Intercamerale di Unioncamere rivolte allo sviluppo dell'internazionalizzazione delle imprese. L'iniziativa è stata presentata stamani nella sala verde dell'Ente camerale, alla presenza - tra gli altri - del vice presidente della Camera di Commercio di Brindisi, Cosimo Covertino, del segretario generale Eupremio Carrozzo e del segretario generale della Camera di Commercio di Mendoza, Pedro Baziuk.

Nel corso di un incontro è stato evidenziato come in questa fase l'obiettivo sia quello di tracciare le opportunità e le prospettive che le nostre aziende potrebbero trovare nei paesi del Sud America, dove - ha affermato il vice presidente Covertino - "i nostri prodotti, seppure eccellenti in quanto a qualità, sono ancora poco conosciuti. Da qui l'idea di organizzare nel mese di settembre una visita in Argentina, nel corso della quale le aziende brindisine del settore dell'agroalimentare potranno farsi conoscere ed attivare le proprie attività, avviando una collaborazione strategica con le aziende controparti".

Il segretario generale della Camera di Commercio di Mendoza Pedro Baziuk, oltre ad evidenziare come i prodotti brindisini del settore dell'olio e dell'agroalimentare in generale siano qualitativamente eccellenti, ha spiegato le potenzialità di sviluppo del Sud America che vanta una superficie complessiva sette volte superiore a quella dell'Europa: "Solo l'Argentina conta una popolazione di oltre 40 milioni di unità", dice in un italiano corrente Baziuk senza scordare la locomotiva Brasile.

"La stragrande maggioranza del Pil, pari ad almeno l'80%, è concentrato nella fascia che va da Rio de Janeiro fino al Pacifico, l'economia avanza a grandi ritmi di crescita e questo rappresenta un'indubbia opportunità anche per la promozione delle piccole e medie imprese brindisine che hanno difronte a loro un mercato infinito. Particolarmente apprezzato - prosegue Baziuk - è il settore agroalimentare, con l'olio che rappresenta la punta di diamante anche se si conosce al massimo il marchio Italia, non esiste la Puglia né, tanto meno Brindisi. Per questo occorrerà modulare un'adeguata azione di marketing che possa portare a raccogliere buoni frutti. Ma esistono anche altri settori che potrebbero conoscere una grande espansione come quello della meccanica dato il grande know-how delle imprese italiane. I mercati sono infiniti e tutte le imprese potrebbero trovare grande interesse a venire da noi".

Pronta a cogliere tutte le opportunità la Camera di Commercio di Brindisi, che dopo aver condotto con successo, perfino in Australia, il progetto di internazionalizzazione di alcune imprese del territorio, si prepara a sbarcare in Argentina per fare strada alle imprese del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agroalimentare, ora la Camera di Commercio guarda al mercato argentino

BrindisiReport è in caricamento