menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Posti nei lavoro nei nuovi centri commerciali, ma noi dimenticati"

Che fine hanno fatto i 16 dipendenti del Mercatone Uno? Sono riusciti a sistemarsi con le aperture dei nuovi supermercati in città? No, sono sempre al palo, dove li hanno lasciati la crisi del gruppo per il quale lavoravano e le promesse della politica

BRINDISI - Che fine hanno fatto i 16 dipendenti del Mercatone Uno? Sono riusciti a sistemarsi con le aperture dei nuovi supermercati in città? No, sono sempre al palo, dove li hanno lasciati la crisi del gruppo per il quale lavoravano e le promesse della politica. Un anno e mezzo di cassa integrazione straordinaria, e neppure un rientro al lavoro, una nuova opportunità. Lo ricordano a tutti, con un breve comunicato.

"Siamo gli ex dipendenti del Mercatone Uno di Brindisi, vi portiamo a conoscenza che siamo in cassa integrazione straordinaria già da un anno e mezzo. Siamo 16 dipendenti e relative famiglie di questa città, che da un giorno all'altro si sono ritrovati in mezzo ad una strada.
Tra l'altro tutto ciò non dovuto ad una cattiva gestione del nostro punto vendita ma per vicende poco chiare a livello nazionale (vedesi le vicende giudiziarie che riguardano il gruppo Mercatone Uno)". 

"Della nostra vertenza - ricordano i lavoratori in cassa integrazione straordinaria - si sono occupati con particolare interesse sia la vecchia che la recente amministrazione comunale, insieme alle organizzazioni sindacali locali, senza finora trovare una soluzione. Noi vorremmo porre alla vostra attenzione il nostro problema in quanto è noto a tutti che è oramai prossima l'apertura del nuovo centro commerciale 'Brin Park'  al cui interno ci saranno grosse aziende", prosegue il comunicato.

"Avendo già vissuto l'apertura della Lidl senza che nessuno di noi sia stato considerato neanche per un colloquio, abbiamo premura che almeno in questo caso vengano considerate le nostre richieste in quanto cassaintegrati e non per ultimo cittadini brindisini. Non vogliamo la guerra tra poveri ma soltanto giustizia e garanzia di salvaguardia per i lavoratori brindisini", dicono i cassintegrati ex Mercatone Uno.

Ma in municipio hanno annunciato "trasparenza" e colloqui in una delle sedi comunali per i candidati ad un posto al Brin Park. Gli ex dipendenti del Mercatone Uno li hanno dimenticati. A questo punto, dovrebbero essere i sindacati a porre il problema alla politica e a vigilare. Una volta il loro compito era questo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento