rotate-mobile
Economia

Approvata la variante per la casa di riposo in contrada Pignicedda

BRINDISI – Il consiglio comunale ha approvato la variante urbanista che consentirà alla Fondazione Giannelli la costruzione di una casa di riposo per anziani in contrada Pignicedda. Su parte dell’area però, pesa il vincolo di un’altra variante, che risale al 2004, ottenuta dalla società a responsabilità limitata Masseria Pignicedda che aveva espresso la volontà di costruire su quei terreni un albergo a quattro stelle con centro benessere.

BRINDISI - Il consiglio comunale ha approvato la variante urbanista che consentirà alla Fondazione Giannelli la costruzione di una casa di riposo per anziani in contrada Pignicedda. Su parte dell'area però, pesa il vincolo di un'altra variante, che risale al 2004, ottenuta dalla società a responsabilità limitata Masseria Pignicedda che aveva espresso la volontà di costruire su quei terreni un albergo a quattro stelle con centro benessere.

Per consentire l'approvazione di questo progetto, la società aveva chiesto ed ottenuto l'acquisizione di alcuni terreni limitrofi: in questo modo infatti aveva ottenuto parere favorevole della Ripartizione urbanistica del comune di Brindisi. Proprio su questi terreni però, il consiglio comunale si è espresso oggi all'unanimità, cambiando la destinazione d'uso. Se da un lato la Fondazione Giannelli potrà realizzare la struttura socio-sanitaria, dall'altra è stata revocata la possibilità di costruire il resort.

Una mediazione era stata tentata in mattinata, dopo la lettera inviata nei giorni scorsi al presidente del consiglio comunale Giampiero Pennetta. L'amministratore della società, Luca Screti, aveva chiesto l'eliminazione del punto all'ordine del giorno in cui si sarebbe discussa la delibera, ricevendo anche qualche rassicurazione sulla possibilità di evitare la revoca alla sua variante pur ammettendo quella in favore della Fondazione Giannelli.

Nella riunione dell'assise però, la delibera non è stata modificata e la sua definitiva approvazione mette a rischio di un ricorso al Tar di Lecce l'atto amministrativo. Neppure la possibilità di sottoporre la questione alla Commissione urbanistica regionale, avanzata dal consigliere di opposizione Vincenzo Guadalupi, è stata presa in considerazione. La proposta non formalizzata in un emendamento, non è stata neppure sottoposta al voto del consiglio comunale.

Lo stesso sindaco Domenico Mennitti ha riferito all'assise che il provvedimento sarebbe stato solo motivo di "un ulteriore ritardo di sei mesi" sull'approvazione. La delibera dunque ha ricevuto l'unanimità dei voti ma la società potrebbe, a questo punto, oltre a presentare un ricorso al Tar, anche chiedere un risarcimento per il danno subito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvata la variante per la casa di riposo in contrada Pignicedda

BrindisiReport è in caricamento