Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Xylella, sindaci a consulto. La Regione lancerà campagna d'immagine su olio

Agire rapidamente e informare correttamente il settore dell’agricoltura e tutta la popolazione, questi i diktat emersi dall’Assemblea dei Sindaci, riunita questa mattina dal presidente della Provincia di Brindisi, Maurizio Bruno, nella sede di Piazza Santa Teresa, per gli ultimi aggiornamenti sul caso “Xylella fastidiosa”

BRINDISI - Agire rapidamente e informare correttamente il settore dell’agricoltura e tutta la popolazione, questi i diktat emersi dall’Assemblea dei Sindaci, riunita questa mattina dal presidente della Provincia di Brindisi, Maurizio Bruno, nella sede di Piazza Santa Teresa, per gli ultimi aggiornamenti sul caso “Xylella fastidiosa”. “Una riunione importante, preceduta da numerosi incontri, un ulteriore passo per giungere a soluzioni unitarie per poter fronteggiare questa emergenza - spiega a BrindisiReport.it Sergio Botrugno, presidente di Coldiretti Brindisi, presente all’incontro di stamane - certo, ogni giorno che passa ci accorgiamo di essere sempre più in balia di questo problema e che affrontare in modo serio e scientifico il batterio è un dovere che deve ricadere su tutti, popolazione compresa”.

Popolazione che, fino ad oggi, appare divisa sulle azioni da intraprendere, da una parte c’è chi non vuole seguire le linee guida dettate dal commissario governativo, Giuseppe Silletti, che prevedono l’eradicazione delle piante di olivo infette, difendendo a spada tratta la teoria su una possibile cura, meno radicale dello sradicare piante centenarie, dall’altra c’è chi preferisce non andare incontro a possibili conseguenze sul piano dei rapporti internazionali e delle conseguenti perdite economiche.

“Purtroppo questo clima teso è stato causato anche da una, non sempre limpida, informazione - continua Botrugno - non si può sperare in una fantomatica cura, portando come giustificazione che la scienza abbia una risposta a tutto. C’è bisogno di un’azione unitaria, istituzioni e popolazione devono agire velocemente e con le stesse finalità. Ogni giorno in più significa maggiori possibilità di non poter più contenere il patogeno”. Un’emergenza che non interessa solo la nostra regione, notizie di poche ore fa riportano la scoperta di un focolaio anche in Francia, nazione che da settimane minacciava embarghi sui prodotti pugliesi.

Risulta naturale quindi la richiesta di un coinvolgimento maggiore da parte dell’Unione Europea e del Governo nazionale, senza l’aiuto delle Istituzioni internazionali e nazionali la “Xylella” ha la strada spianata verso un’infezione massiccia della flora locale, ma non solo. Presenti all’assemblea, oltre ai sindaci del territorio, i senatori Pietro Iurlaro e Salvatore Tomaselli e l’onorevole Elisa Mariano che hanno preso l’impegno di riportare le questioni dell’emergenza nelle aule del governo.

E oggi, a proposito del problema Xylella manifestatosi anche in Francia, il ministro della Risorse agricole, Maurizio Martina, ha detto che “il problema degli ulivi non è solo italiano. Lo si è visto ieri in Francia. Il problema va affrontato a Bruxelles. E noi ci siamo con la determinazione di chi vuole difendere il patrimonio olivicolo pugliese e italiano. E sappiamo che bisogna fare alcune cose. Non perdere tempo".

"L'Europa continua a mostrare le crepe nel suo sistema di controllo rispetto alle importazioni, e il caso "francese" ne è una dimostrazione. Pertanto nella speranza che la ragione prevalga sulle tesi complottiste, la risposta deve arrivare dalla ritrovata unità su una emergenza che si affronta con determinazione, competenze tecniche e scientifiche, informazione veritiera, ma anche difendendo il buon nome del nostro olio extra vergine di oliva di qualità”, ha affermato a sua volta l'assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, che dopo aver inaugurato a Gallipoli la rassegna Extravergine@Gallipoli2015, ha annunciato l'approvazione in Giunta di un piano di comunicazione dedicato interamente all'olio anche per contrastare gli effetti negativi determinati dalla Xylella sull'olivicoltura e nel rapporto con i mercati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella, sindaci a consulto. La Regione lancerà campagna d'immagine su olio

BrindisiReport è in caricamento