Economia

Aumento costi gas in zona Asi: Confindustria segnala all'authority nazionale

Confindustria Brindisi ha segnalato all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico l’anomalia dei prezzi del vettoriamento del metano nella zona industriale del capoluogo, dopo aver ricevuto da varie aziende associate, incluse due grandi multinazionali, la documentazione dei maggiori costi finali annui sopportati dalle stesse imprese

BRINDISI – Confindustria Brindisi ha segnalato all’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico l’anomalia dei prezzi del vettoriamento del metano nella zona industriale del capoluogo, dopo aver ricevuto da varie aziende associate, incluse due grandi multinazionali, la documentazione dei maggiori costi finali annui sopportati dalle stesse imprese. Secondo uno studio nazionale comparato condotto da una delle aziende associate, il vettoriamento del gas naturale nelle aree di sviluppo industriale italiane costa in media 1 centesimo a metro cubo, mentre a Brindisi tocca i 3 centesimi.

Ciò vuol dire, per citare solo gli esempi delle due multinazionali che si sono rivolte a Confindustria Brindisi, che in un caso la bolletta del gas lievita di 380-400mila euro l’anno, nell’altro di 200mila euro. Naturalmente i siti produttivi brindisini di queste aziende si trovano nella condizione di dover giustificare al management dei rispettivi gruppi di appartenenza la ragione di tale lievitazione dei costi per l’energia. Un gravame in più rispetto ai balzelli che sono attaccati come cozze alle bollette delle imprese e dei cittadini, fatte di voci assurde legate a scelte industriali di molti decenni addietro (a Brindisi c’è anche quello degli accordi tra società energetiche ed enti locali per i risarcimenti dovuti agli insediamenti termoelettrici, tanto per fare un esempio), che non rende certo attrattiva la nostra zona Asi.

Insomma, non vi è alcuna contropartita per le imprese, nell’affidamento di questo servizio pubblico alla Molise Gestioni Srl da parte del Consorzio Asi di Brindisi. Vale la pena citare un passaggio del verbale dell’assemblea consortile del 15 luglio scorso in cui la vice-presidente Barbara Branca, parlando a nome del consiglio di amministrazione, citando i provvedimenti e alcune nuove fonti di entrata che dovrebbero consentire l’equilibrio economico e finanziario di bilancio per l’esercizio 2015, testualmente afferma che tra queste vi sono anche “royalties per 510mila euro su base annua, rivenienti dal contratto di concessione di pubblico servizio della distribuzione del metano in zona industriale di Brindisi. Il contratto verrà stipulato in data odierna e sarà operativo in coincidenza con la partenza dell’anno termico, vale a dire dall’1 ottobre 2014”.

Insomma qualcuno che in questa vicenda ci ha guadagnato c’è, ed è il Consorzio Asi. Ma solo se la questione viene esaminata dal punto di vista del bilancio. Da quello dell’attrattività la perdita invece è notevole, ed è un passo indietro rispetto all’obiettivo che si vuole raggiungere con gli interventi di bonifica per la restituzione dei terreni agli usi industriali, per il quale si stanno investendo milioni di euro di denari pubblici. Senza contare il fatto che sul bando di gara che ha visto l’aggiudicazione definitiva alla Molise Gestioni Srl del gruppo Falcione, che si era presentata in avvalimento con la controllata Amg Scpa, avviò subito un contenzioso davanti al Tar di Lecce la società Enel Rete Gas, che è stata soccombente in primo grado ma che ha poi proposto ricorso al Consiglio di Stato.

Il contratto con la Molise Gestioni Srl è stato infatti firmato dal presidente Marcello Rollo, delegato dal consiglio di amministrazione, solo perché Enel Rete Gas non aveva impugnato anche l’aggiudicazione definitiva. Ma questa è un’altra storia, parallela a quella dei costi del gas nella zona industriale di Brindisi che stanno provocando la denuncia della lievitazione vertiginosa dei costi da parte delle imprese a Confindustria, e hanno determinato quest’ultima ad interpellare l’authority nazionale del settore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento costi gas in zona Asi: Confindustria segnala all'authority nazionale

BrindisiReport è in caricamento