rotate-mobile
Economia

Avio, contratto per 5 nuovi vettori spaziali Vega

TORINO – Il gruppo Avio, tramite la sua controllata ELV, ha firmato ieri con Arianespace un contratto quadro per cinque lanciatori satellitari Vega e l’ordine per la messa in produzione del primo esemplare. Contestualmente, l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) e Arianespace hanno firmato l’ordine per la produzione del primo lanciatore Vega, nell’ambito del contratto quadro firmato nel dicembre 2009 finalizzato a dimostrare la flessibilità del lanciatore.

TORINO - Il gruppo Avio, tramite la sua controllata ELV, ha firmato ieri con Arianespace un contratto quadro per cinque lanciatori satellitari Vega e l'ordine per la messa in produzione del primo esemplare. Contestualmente, l'ESA (Agenzia Spaziale Europea) e Arianespace hanno firmato l'ordine per la produzione del primo lanciatore Vega, nell'ambito del contratto quadro firmato nel dicembre 2009 finalizzato a dimostrare la flessibilità del lanciatore.

Vega è il nuovo lanciatore europeo sviluppato in ambito ESA per trasferire in orbita fino a 700 km satelliti da 1,5 tonnellate, tipicamente a uso scientifico, osservazione della Terra, monitoraggio dell'ambiente. La fase di sviluppo di Vega si concluderà con il lancio di qualificazione previsto nel 2011 dal Centro Spaziale Europeo in Guyana Francese. I cinque lanci previsti dai contratti appena firmati faranno parte del programma VERTA.

Il gruppo Avio, attraverso la società ELV (70% Avio S.p.A., 30% ASI), è capocommessa per lo sviluppo e la produzione del sistema lanciatore e coordina 40 industrie di 12 nazioni europee che partecipano al programma. La produzione del lanciatore è effettuata per il 65% in Italia presso gli stabilimenti del Gruppo Avio a Colleferro (Roma). Vega è un esempio dell'applicazione di tecnologie innovative che testimonia la leadership di Avio nella propulsione e la sua capacità di sistemista con competenze relative anche all'avionica del lanciatore.

Avio ha un ruolo strategico nel settore spaziale: nell'ambito del programma Ariane 5, il più grande lanciatore europeo, il gruppo è responsabile dei potenti motori laterali a propellente solido (booster), che assicurano il lift-off da terra fino a 65 km dalla superficie, e della turbopompa a ossigeno liquido per un complessivo 14% del valore del lanciatore. Il Gruppo è presente presso il Centro Spaziale Europeo in Guyana Francese con circa 100 addetti qualificati che operano tramite le società Regulus (60% Avio S.p.A.), per la produzione del propellente solido e il caricamento dei motori del primo stadio di Ariane e Vega, Europropulsion (50% Avio S.p.A.) per l'assemblaggio dei booster, ed ELV per l'integrazione del lanciatore Vega. Avio inoltre è azionista con una quota di circa l'8% di Arianespace, società leader mondiale nel trasporto spaziale commerciale.

"Questo accordo, che segna l'entrata del programma Vega nella fase di produzione, conferma il ruolo di Avio come sistemista completo e la posizione di avanguardia raggiunta a livello mondiale dell'industria italiana nel settore spaziale" ha sottolineato Orazio Ragni, amministratore delegato del Gruppo Avio.

Lo stabilimento brindisino di Avio ha sin qui avuto un ruolo importante nel programma Ariane, potrebbe avere anche una parte nel nuovo contratto acquisito dalla società.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avio, contratto per 5 nuovi vettori spaziali Vega

BrindisiReport è in caricamento