menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune - Versalis: "Rete di centraline, impianti e chimica verde"

Il percorso avviato dalla videoconferenza di oggi 8 giugno tra sindaco, azienda e Regione Puglia

BRINDISI - Una nuova rete di monitoraggio interna ed esterna al petrolchimico, la cui realizzazione deve essere integrata all'Aia per Eni Versalis; una valutazione degli impianti; l'apertura di un confronto con la partecipazione della Regione Puglia, sulla chimica verde a Brindisi. Sono i tre punti cruciali dell'esito della videoconferenza di questa mattina tra Comune di Brindisi, Versalis e la stessa Regione, presente con l'assessore allo Sviluppo, Cosimo Borraccino, e con la task force lavoro. Lo riferisce il sindaco Riccardo Rossi.

Il resoconto del sindaco

“Con la riunione di oggi viene sancito un percorso importante che riguarda la sostenibilità degli impianti del petrolchimico e il loro futuro a Brindisi. Abbiamo ottenuto tre importanti risultati. Il primo è definire subito una rete di centraline, interna ed esterna allo stabilimento, per conseguire un adeguato monitoraggio e un costante controllo di tutte le emissioni che riguardano il Petrolchimico ma anche l’intero complesso industriale brindisino", dice Rossi.

Filctem Cgil: "Un passo avanti significativo"

"Si è convenuto che Arpa assolverà al ruolo fondamentale di progettazione e realizzazione di questa rete di monitoraggio e controllo, interloquendo con Ispra affinchè tale rete sia parte integrante della nuova Aia per Versalis. Il secondo risultato riguarda la situazione impiantistica attraverso una valutazione dello stato degli impianti e di tutti gli accorgimenti tecnologici che potranno essere implementati per ridurre blocchi ed emissioni. Il terzo, condiviso dall’assessore regionale allo Sviluppo economico, Cosimo Borracino, e quindi dalla Regione Puglia, è la necessità di discutere delle prospettive di sviluppo della chimica a Brindisi".

Su questo passaggio, il sindaco dichiara che "la chimica verde non deve essere uno slogan ma deve configurarsi come un insieme di attività concrete ed investimenti per aprire una nuova stagione che guardi al futuro del comparto a Brindisi, che non potrà essere sempre e solo legato agli idrocarburi. Questo tavolo necessita anche di un allargamento a tutte le altre realtà, in particolare quelle presenti nel Petrolchimico. Si è quindi convenuto di arrivare alla rapida definizione di un protocollo che possa disciplinare in particolare i primi due punti descritti".

L'annuncio finale: "Già nei prossimi 15 giorni potremo avere i primi risultati per la rete di monitoraggio. Ringrazio tutti coloro che oggi hanno avuto un atteggiamento responsabile verso problemi così complessi ed importanti per la comunità di Brindisi”, ha detto Riccardo Rossi al termine della riunione che si è svolta oggi sulla vicenda Versalis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento