Azienda brindisina tra i finalisti del premio di informatica e medicina "eHealth4all"

Il sistema AdiGest della Thcs selezionato dalla giuria è un gestionale per l'assistenza domiciliare, utilizzato in provincia di Brindisi

Laura De Rocco, presidente del cda di Thcs

BRINDISI - Il comitato scientifico del premio nazionale di informatica e medicina, "eHealth4all" 2020-2021, ha giudicato positivamente il sistema AdiGest dell'azienda Brindisina Thcs, facendolo entrare nella rosa dei 10 progetti nazionali migliori, perché prefigura una soluzione informatica sanitaria con elevato valore aggiunto per il paziente. Il premio "eHealth4all" è promosso dall'Aica (Associazione italiana per il calcolo automatico), da Assintel (Associazione nazionale imprese di information communication technology), dal Distretto produttivo dell'informatica della Regione Puglia, dal Cti (Club per le tecnologie dell'informazione) di Milano, dal Cdti (Club dirigenti tecnologie dell'informazione) di Roma e ha la finalità di individuare progetti e iniziative che perseguano la trasformazione digitale a supporto del miglioramento della salute, del benessere e della qualità della vita dei cittadini/pazienti.

Il comitato scientifico del premio ha scelto AdiGest  ritenendolo un'eccellenza italiana nel panorama della salute, in quanto rappresenta una sperimentazione gestionale di assistenza domiciliare integrata, già premiata da esperti accademici e sanitari. AdiIGest è un software utilizzato nell'intera provincia di Brindisi. Il progetto è stato voluto dall'Asl che ha costituito un'associazione in partecipazione pubblico privato con il raggruppamento temporaneo di imprese, composto dalle cooperative San Bernardo, Sirio e Occupazione e solidarietà e dal partner tecnologico Thcs srl. Si sta attuando la sperimentazione tramite un gruppo di circa 220 addetti formato da operatori sanitari, operatori della centrale operativa, informatici e amministrativi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli attori del servizio (dirigenti e dipendenti Pua dell'Asl di Brindisi, medici di medicina generale, operatori sanitari e amministrativi) utilizzano il sistema AdiGest per assistere circa 2.500 pazienti. Tramite l'applicazione e l'uso dello smartphone si memorizzano tutte le informazioni relative all'assistenza che convogliano nella produzione della scheda domiciliare alla quale possono accedere, in tempo reale, gli stakeholder. Il servizio implica uno sforzo continuo di innovazione incrementale, che sta portando alla completa trasformazione digitale e al coinvolgimento di tutti gli attori nei microprocessi assistenziali, ottimizzando la prevenzione non solo dei pazienti ma anche degli operatori sanitari: il tutto con il fine ultimo di favorire il miglioramento in salute e in qualità della vita del cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento