rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Economia

Biomateriali, martedì incontro a Bari per chiedere l'intervento della Regione

BRINDISI – Quinto giorno di sciopero dei 29 lavoratori di Biomateriali, la società con laboratori in Cittadella della Ricerca di Brindisi, unica in Italia a produrre protesi vascolari e da tre anni di proprietà della corporate americana LeMaitre Vascular Inc. che, secondo le organizzazioni sindacali, potrebbe presto chiudere l’azienda dopo averne clonato know-how e produzione. Ipotesi che la multinazionale respinge, assicurando che al momento non lascerà Brindisi e che, non appena approvate, comunicherà le sue nuove strategie di mercato.

BRINDISI - Quinto giorno di sciopero dei 29 lavoratori di Biomateriali, la società con laboratori in Cittadella della Ricerca di Brindisi, unica in Italia a produrre protesi vascolari e da tre anni di proprietà della corporate americana LeMaitre Vascular Inc. che, secondo le organizzazioni sindacali, potrebbe presto chiudere l'azienda dopo averne clonato know-how e produzione. Ipotesi che la multinazionale respinge, assicurando che al momento non lascerà Brindisi e che, non appena approvate, comunicherà le sue nuove strategie di mercato.

Nata nel 1989 con il concorso di fondi della legge 64, Biomateriali esce da un anno di cassa integrazione (maggio 2009, maggio 2010) e soprattutto non è mai stata oggetto da parte di LeMaitre di investimenti per nuove ricerche e brevetti. In pratica, gli americani hanno acquistato un prodotto da dieci anni invariato anche se leader di mercato in Europa, assieme al suo portafoglio clienti, senza poi aggiungere nulla. Un'operazione puramente commerciale, dicono i lavoratori, senza un progetto mirato sulle innovazioni e lo sviluppo della base produttiva.

Ora la situazione di questa azienda ad alta tecnologia sarà presentata anche alla vice presidente e assessore regionale allo Sviluppo, Loredana Capone, in un incontro nella mattinata di martedì prossimo 12 ottobre, ai margini di una seduta del consiglio regionale. A fare da tramite per l'incontro, il consigliere regionale brindisino Giovanni Brigante. Presto si dovrebbe tenere anche un incontro presso l'assessorato provinciale al Mercato del lavoro, dopo la richiesta dei sindacati di convocazione formale della LeMaitre. Si tenterà in quella sede di conoscere le intenzioni della multinazionale Usa del biomedico.

La vertenza intrapresa dai dipendenti di Biomateriali è legata proprio all'esigenza di chiarezza sul futuro della società, dopo i segnali inquietanti degli ultimi mesi. I lavoratori intanto hanno bloccato le merci in entrata e in uscita dai laboratori la LeMaitre ha comunicato alla polizia di non avere più il controllo della sede di Brindisi, per cui il questore ha disposto che il laboratorio in Cittadella della Ricerca venga controllato permanentemente.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biomateriali, martedì incontro a Bari per chiedere l'intervento della Regione

BrindisiReport è in caricamento