"Cinquemila domande di Cigs, ma ripartenza ragionata"

Castellucci (Cisl) sulla Fase 2. Massiccio ricorso alla cassa integrazione da parte delle imprese brindisine

BRINDISI - "Dati preoccupanti dell’Inps territoriale attestano che, alla fine della settimana scorsa, erano oltre 5mila le domande presentate dalle imprese brindisine, tra cassa integrazione ordinaria, fondo di integrazione salariale e cassa integrazione in deroga per migliaia di lavoratori. Siamo alle prese con un indubbio allarme sociale e bene ha fatto il prefetto ad istituire una cabina di regia permanente partecipata dalle parti sociali, da rappresentanti istituzionali, professionali e di enti pubblici, che in questo territorio va ad affiancarsi all’altra costituita, di recente in sede Asl Br, per l’emergenza sanitaria". La notizia arriva dal segretario generale della Cisl Taranto-Brindisi, Antonio Castellucci.

"Di fatto sarà un tavolo permanente quello insediato in Prefettura, che affronterà con il dialogo sociale le problematiche ed economiche che sono in campo, puntando a salvaguardare il tessuto imprenditoriale, la forza lavoro e più in generale per gestire con illuminato pragmatismo e col massimo della sicurezza la fase 2, a Brindisi e provincia, elaborando e condividendo anche uno specifico protocollo territoriale sulla sicurezza", prosegue il dirigente della Cisl territoriale.

"Come Cisl abbiamo ribadito la necessità di una ripresa delle attività produttive non precipitosa - raccomanda Castellucci -  ma che sia frutto di indicazioni omogenee per l’intero Paese e che assicuri certezze di massima sicurezza nei luoghi di lavoro. Non essendo uguali le varie realtà produttive ci sarà bisogno, forse di scaglionare le ripartenze, per non vanificare quanto finora fatto responsabilmente in termini di prevenzione e di distanziamento sociale perché fosse limitata al massimo la pandemia Covid-19".

Ma ciò deve avvenire senza che le istituzioni e la politica escludano i lavoratori, quindi le forze sociali e sindacali, dalle decisioni: "È presente a tutti la necessità di guardare avanti per riuscire attraverso una collaborazione corale e fattiva a creare anche nuova organizzazione del lavoro, favorendo in modo innovativo una maggiore partecipazione dei lavoratori alle sorti dell’impresa e noi confidiamo che il tavolo costituito oggi dal prefetto Guidato saprà affrontare la disamina compiuta dei singoli settori produttivi comprese le relative criticità". 

"Ad esempio - dice ancora il segretario Cisl -, si dovrà ripartire, dall’applicazione compiuta del protocollo firmato a marzo per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio e per garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro, sanificando gli ambienti, dotando i lavoratori dei dispositivi di protezione individuale e quant’altro in esso previsto. Ripartire con il piede giusto significherà, assicurare maggiore collaborazione istituzionale, meno burocrazia e minore farraginosità anche del sistema creditizio, più liquidità alle imprese, garanzie di reddito e di occupazione contrattuale, assumendo altresì l’imperativo che nessuno venga lasciato indietro".

"Occorreranno, appunto al riguardo scelte territoriali, ben precise, oltreché nazionali e regionali, che oltre alla politica dovrà coinvolgere tutti i soggetti della contrattazione sociale, oltreché le rappresentanze istituzionali ai vari livelli, ovvero scelte economiche di futuro che riprendano tutte intere le questioni dello sviluppo lasciate in sospeso, guardando a quanto si dovrà fare da subito, a cominciare dagli investimenti per le infrastrutture del porto di Brindisi e non solo. A Brindisi e al territorio servirà da oggi maggior corresponsabilità e concretezzaQ", conclude Antonio Castellucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento