Economia

Eni-Versalis, stato d'agitazione: il vertice in Prefettura con i sindacati

Interessa i lavoratori che svolgono il servizio, gestito da una nuova cooperativa, di confezionamento merce e facchinaggio presso lo stabilimento

BRINDISI - A seguito della proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori che svolgono il servizio di confezionamento merce e facchinaggio presso lo stabilimento Eni-Versalis di Brindisi, da oggi (1 ottobre 2021) gestito dalla cooperativa "Meridionale Servizi", in quanto subentrata alla cooperativa "L’Ancora" nell’esecuzione dell’appalto, quale ditta sub-appaltatrice del Consorzio Ciclat, e su richiesta delle organizzazioni sindacali di categoria, si è tenuto in data odierna, in modalità videoconferenza, un incontro, convocato dalla Prefettura, tra i rappresentanti aziendali e dei lavoratori.

Nel corso della riunione è emersa la disponibilità al dialogo da parte dell’azienda sub-appaltatrice del servizio e delle organizzazioni sindacali, al fine di garantire la positiva conclusione della procedura di cambio appalto con il completo impiego a tempo indeterminato di tutta la platea storica dei lavoratori, non escludendo, in caso di necessità, che un esiguo numero degli stessi possa essere impiegato in altri appalti gestiti dalla cooperativa Meridionale Servizi sul territorio provinciale. Il confronto proseguirà con la programmazione di altri confronti in sede aziendale, che dovrebbero portare in tempi celeri alla chiusura della vertenza sindacale in atto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eni-Versalis, stato d'agitazione: il vertice in Prefettura con i sindacati

BrindisiReport è in caricamento