Brindisi -Taranto, nuove fermate entro 2014

BRINDISI – Entro la fine del 2013, un cavalca-ferrovia prenderà il posto del passaggio a livello di Pozzo Faceto. Occorrerà qualche mese in più, invece, per la realizzazione di due fermate ferroviarie presso la Cittadella della Ricerca e l’ospedale Perrino.

La firma del verbale

BRINDISI – Entro la fine del 2013, un cavalca-ferrovia prenderà il posto del passaggio a livello di Pozzo Faceto, tristemente noto per l’incidente ferroviario in cui perse la vita il macchinista Giuseppe Campanella. Occorrerà qualche mese in più, invece, per la realizzazione di due fermate ferroviarie presso la Cittadella della ricerca e l’ospedale Perrino, con conseguente, immediata, soppressione di tre passaggi a livello situati lungo la linea Taranto-Brindisi (ai chilometri 60+020, 61+730 e 63+497).

Tutto questo è il frutto di un verbale di intesa sottoscritto oggi pomeriggio in Provincia da Cesare Castelli, commissario straordinario della Provincia di Brindisi, Vincenzo Ecclesie, vicesindaco di Brindisi, Roberto Pagone, responsabile del dipartimento di Bari di Rfi (Rete ferroviaria italiana) e Giovanni Aliquò, dirigente del compartimento di Polizia ferroviaria per la Puglia, la Basilicata e il Molise.

Il protocollo è giunto a conclusione di un iter burocratico iniziato il 5 ottobre del 2006, quando Provincia, Rfi, Regione Puglia e Comune di Brindisi misero per iscritto l’impegno a sopprimere i 3 passaggi a livello ubicati lungo la Taranto-Brindisi, per lasciare spazio alle fermate della Cittadella e del “Perrino”. Queste avrebbero dovuto vedere la luce già da un pezzo, ma le solite pastoie burocratiche hanno dato vita a una situazione di immobilismo protrattasi fino allo scorso marzo, quando le procedure per la realizzazione delle due opere si sbloccarono.

“Lo scorso luglio – dichiara Pagone di Rfi – abbiamo spedito le lettere di invito ai bandi di gara per la realizzazione delle fermate. Entro fine agosto, i lavori saranno appaltati. La ditta appaltatrice avrà 6 mesi di tempo dalla consegna dei cantieri per ultimare l’opera”. I costi per la realizzazione delle fermate, sostenuti interamente da Rfi, ammontano a circa 650mila euro.

Costerà 3,3 milioni di euro, invece, il cavalca-ferrovia di Pozzo Faceto. Si tratta di uno stanziamento della Regione Puglia risalente ai tempi della Giunta provinciale presieduta dal notaio Michele Errico. Nel luglio 2012, Massimo Ferrarese , allora presidente della Provincia, annunciò che i lavori (appaltati alla ditta Ge.Co srl di Andria) sarebbero partiti l’1 settembre di quello stesso anno. Ma alla Provincia sfuggì di concordare con Rfi un piano per la sicurezza di passeggeri e automobilisti a lavori in corso.

Si è accumulato così un ritardo di un anno nell’affidamento definitivo dei lavori (i cantieri verranno consegnati alla Ge.Co entro la prima settimana di settembre e dovranno essere ultimati entro 30 giorni dalla data di consegna) e nello smantellamento del passaggio a livello (ribattezzato passaggio a livello della morte in seguito all’incidente in cui, il 24 settembre del 2012, perse la vita il macchinista, alla guida di un treno Frecciargento scontratosi con un tir rimasto bloccato sui binari).

Le ordinanze per la soppressione dei tre passaggi a livelli saranno emesse entro il 25 agosto e verranno trasmesse alla Polfer (per la programmazione dei servizi di polizia specialistica e per altre azioni i competenza) e ad Rfi per gli adempimenti tecnici. Sarà quest’ultima, inoltre, a provvedere ai lavori di chiusura definitiva dei passaggi a livello, limitandone l’accesso sia stradale che pedonale alla data di chiusura prevista nelle relative ordinanze.

Nel corso dell’incontro odierno con la stampa, si è parlato anche della soppressione dei passaggi a livello di via Osanna e via Del Mare. L’argomento verrà affrontato dal vicesindaco Ecclesie e al responsabile di Rfi, subito dopo le vacanze estive.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento