Cassa in deroga, proroga di un anno

BARI – Lo hanno reso noto l’assessore Elena Gentile e i capigruppo Sel e della lista La Puglia per Vendola, rispettivamente Michele Losappio ed Angelo Disabato: anche per il 2012 gli ammortizzatori in deroga saranno coperti. L’accordo è stato siglato presso il Servizio Politiche per il Lavoro della Regione Puglia da parti sociali e imprenditoriali, alla presenza dello stesso assessore al Welfare – lavoro. L’intesa pugliese sarà operativa fino al 30 aprile 2012, ma in realtà è valida per tutto l’anno prossimo.

Michele Losappio

BARI Lo hanno reso noto l’assessore Elena Gentile e i capigruppo Sel e della lista La Puglia per Vendola, rispettivamente Michele Losappio ed Angelo Disabato: anche per il 2012 gli ammortizzatori in deroga saranno coperti. L’accordo è stato siglato presso il Servizio Politiche per il Lavoro della Regione Puglia da parti sociali e imprenditoriali, alla presenza dello stesso assessore al Welfare – lavoro. L’intesa pugliese sarà operativa fino al 30 aprile 2012, ma in realtà è valida per tutto l’anno prossimo.

Solo nel 2011, sono circa 15.000 i lavoratori che sono stati messi in cassa integrazione in deroga dalle piccole e medie aziende pugliesi, e oggi finalmente, possono tirare un sospiro di sollievo vista l’intesa raggiunta presso la Regione Puglia. “Davvero una buona notizia – ha sottolineato Losappio – per la Puglia e per i tanti lavoratori in cassa integrazione in deroga vista la conferma della copertura per tutto l’anno prossimo a favore di chi non ha i requisiti per accedere a quella ordinaria.”

Quanto avvenuto nei giorni scorsi in consiglio regionale, e vista la decisione della proroga, è stato fatto con la prospettiva di ricevere quanto prima la ventilata riforma di mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali annunciata dal governo Monti. Infatti l’intesa raggiunta dalla giunta Vendola e dall’assessore Elena Gentile con le parti interessate, è operativa fino al 30 aprile 2012 e valida per tutto il 2012, rassicura, per quanto è possibile, migliaia di famiglie che senza quel minimo reddito si troverebbero in condizioni di assoluta povertà.

Per quanto riguarda la cassa integrazione, le domande potranno essere inoltrate a partire dal 26 gennaio 2012 mentre l’autorizzazione, che potrà essere disposta fino al 30 aprile 2012, sarà limitata ad un periodo massimo di 12 mesi, anche se prorogabili in presenza dei necessari requisiti. Per la mobilità, invece, l’accordo a previsto che il trattamento viene concesso fino al 31 dicembre 2012 in base alla procedura di domanda simile a quella già seguita nell’ultima proroga del 2011, da effettuarsi entro il termine di 60 giorni dal licenziamento o dalla cessazione.

Non possono accedere alla Cig in deroga i soggetti che, pur in presenza dei necessari presupposti, non abbiano utilizzato, fino al loro esaurimento, gli ammortizzatori sociali previsti dalla legislazione ordinaria per le sospensioni, ordinarie e straordinarie, dell’attività lavorativa nell’ambito delle norme che regolano l’accesso ai relativi trattamenti.

La cassa integrazione in deroga ha interessato nel 2011 esattamente 14.109 lavoratori e 1202 aziende per un totale di risorse erogate pari a 98.601.896 euro, ha fatto sapere Elena Gentile: “E’il sintomo di una crisi che ha segnato l'intero sistema di impresa in ogni ambito territoriale: siamo pronti a rispondere alle istanze delle aziende e quindi dei lavoratori già dal prossimo 1 gennaio, con l'auspicio che i primi segnali di ripresa e la possibile positiva conclusione di alcune importanti vertenze aziendali ci consentano già dai primi dati a consuntivo di poter consegnare segnali più incoraggianti sullo stato di salute dell’economia pugliese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento