Economia

C'è anche Avio Brindisi nelle turbine del B787

TORINO - Decolla un altro pezzo di lavoro brindisino con il primo volo, la notte scorsa, sul Boeing B787 Dreamliner per il motore GEnx di cui Avio Spa (81% fondo di private equity Cinven e 14% Finmeccanica) realizza il 12%. Avio tiene a sottolineare che il GEnx (General Electric next-generation) rappresenta la tecnologia propulsiva più innovativa e contribuisce a rendere il Dreamliner l'aereo più ecocompatibile e con i minori consumi oggi riscontrabili fra i velivoli commerciali.

Una turbina GEnx

TORINO - Decolla un altro pezzo di lavoro brindisino con il primo volo, la notte scorsa, sul Boeing B787 Dreamliner per il motore GEnx di cui Avio Spa (81% fondo di private equity Cinven e 14% Finmeccanica) realizza il 12%. Avio tiene a sottolineare che il GEnx (General Electric next-generation) rappresenta la tecnologia propulsiva più innovativa e contribuisce a rendere il Dreamliner l'aereo più ecocompatibile e con i minori consumi oggi riscontrabili fra i velivoli commerciali.

Il nuovo motore, infatti, permette un risparmio pari al 15% di combustibile - spiega la nota del gruppo - ed è uno dei motori più silenziosi prodotti al mondo. Sul progetto del motore della famiglia GEnx lavorano i siti di Rivalta di Torino, Pomigliano d'Arco (Napoli), Acerra (Napoli), Brindisi e Bielsko-Biala in Polonia. A oggi il portafoglio ordini per il GEnx è di oltre 1.300 motori nelle due versioni per B787 e B747-8.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è anche Avio Brindisi nelle turbine del B787

BrindisiReport è in caricamento