Domenica, 14 Luglio 2024
Economia

"Cetma e la visita della ministra, basta con la propaganda elettorale"

I sindacati Cgil e Fiom dopo la visita della ministra Fedeli a Brindisi: "Gli incontri utili solo a prendere altro tempo, sarebbe più rispettoso, per le 80 famiglie coinvolte, che il Ministro agisse ordinando l'immediata immissione in liquidità di tutte le somme in credito"

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato sul Cetma del segretario generale della Cgil e del segretario generale della Fiom, Antonio Macchia e Maurizio Sancesario

BRINDISI - All’incontro tenuto dalla Ministra Fedeli presso l’Istituto Maiorana e il Liceo Scientifico Fermi– Monticelli, cui i ricercatori del Cetma di Brindisi iscritti alla Cgil  avevano dichiarato di non partecipare atteso l’assoluto disinteresse del Governo in merito alle problematiche specifiche, la Ministra ha annunciato un incontro per il 27 a Roma per discutere delle problematiche relative Cetma. 
la preside Annamaria Quarta insieme alla ministra Valeria Fedeli-2Gli 80 ricercatori del CETMA non hanno bisogno di incontrare il Ministro per comunicargli quanto già a sua conoscenza.

L’unico adempimento in cui è chiamato il Ministro in questo momento è quello di sbloccare i fondi presso il MIUR, fondi già stanziati per i progetti già lavorati dai Ricercatori.

Il CETMA è in attesa di incassare diversi milioni di euro a fronte dei 21milioni di euro già spesi su 23 progetti di ricerca e formazione completati al 31/12/2015, finanziati dal PON Ricerca e Competitività 2007-2013. Questa situazione vale per il CETMA ma vale anche per la maggior parte dei soggetti privati che hanno deciso di partecipare a un bando PON nel lontano 2010.

Nell’ultimo anno i ricercatori del CETMA sono stati costretti ad accettare dilazioni o ritardi nei pagamenti degli stipendi, ritrovandosi insieme ai rispettivi nuclei familiari in situazioni di estremo disagio finanziario.

Attualmente i ricercatori non percepiscono lo stipendio da Gennaio 2017 e da Aprile è stata attivata la Cassa Integrazione Ordinaria con riduzione delle ore lavorative giornaliere di 2 ore per tutti gli 80 dipendenti. Quindi piuttosto che organizzare incontri utili solo a prendere altro tempo, sarebbe più rispettoso, per le 80 famiglie coinvolte, che il Ministro agisse ordinando l’immediata immissione in liquidità di tutte le somme in credito del CETMA. Questo sì che sarebbe un esercizio utile del dicastero ricoperto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cetma e la visita della ministra, basta con la propaganda elettorale"
BrindisiReport è in caricamento